Francia: parroco apre porte ai migranti, prefetto (di ferro) le chiude

10 ottobre 2016 ore 19:04, Americo Mascarucci
La Chiesa accoglie i migranti ma il Prefetto chiude le porte. 
E' accaduto in Francia nel dipartimento della Loira.
Padre Riffard infatti non potrà più accogliere per la notte migranti e senza fissa dimora nella sua chiesa di Sainte-Claire de Montreynaud.
Da domani, ha stabilito il prefetto di zona, nessun richiedente asilo o clochard potrà trovare rifugio notturno all'interno dell'edificio religioso in cui il parroco di 71 anni ospitava circa 80 persone in condizioni difficili. 
Motivi di sicurezza ha spiegato il prefetto.
L'edificio non è dotato di porte tagliafuoco e rappresenterebbe un pericolo in caso d'incendio.
Ad annunciarlo è stato lo stesso padre Riffard durante la messa domenicale. 
L'avviso è chiaro: in caso di trasgressione l'edificio religioso verrà immediatamente chiuso. 

Francia: parroco apre porte ai migranti, prefetto (di ferro) le chiude
Il parroco però non si arrende e ha annunciato di aver già trovato una sistemazione alternativa per almeno cinquanta degli ospiti. 
"Cristiani della Loira, speriamo e preghiamo che decisioni politiche, sul piano nazionale e internazionale, consentano di progredire verso una maggiore pace nelle parti del mondo colpite dai conflitti» scrive il vescovo della diocesi interessata.
Per poi aggiungere: "Cristiani della Loira, noi vogliamo continuare a vivere il Vangelo accanto a coloro che sono toccati da questo dramma e accompagnarli, con i mezzi che abbiamo".
Intanto se 50 senza tetto ghanno trovato un rifugio alternativo oltre una ventina potrebbero rischiare di dormire all'agghiaccio. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]