La Polizia a Montecitorio raccoglie le firme: incassa quella di Salvini, chiede quella di Renzi

10 settembre 2014 ore 13:43, intelligo
La Polizia a Montecitorio raccoglie le firme: incassa quella di Salvini, chiede quella di Renzi
Firme davanti a Montecitorio non per scioperare ma per portare in Parlamento una proposta di legge di iniziativa popolare che prevede l’accorpamento delle forze di Polizia (attualmente sono sette) e lo sblocco del tetto salariale previsto per gli operatori della sicurezza.
E’ l’iniziativa “Polizia Unita” lanciata dalla Consulta per la Sicurezza che da stamani e fino al 26 settembre sarà in Piazza Montecitorio a raccogliere le adesioni dei cittadini. “Noi non siamo per lo sciopero, non è previsto dalla legge almeno per quello che ci riguarda”, spiega Fabio Conestà, segretario provinciale romano del Sap (sindacato autonomo di Polizia), sigla che insieme a Sapaf (sindacato autonomo di Polizia ambientale e forestale) e il Conapo (sindacato dei Vigili del Fuoco) fa parte della Consulta. I promotori della manifestazione evidenziano la volontà di portare un contributo concreto: “Noi abbiamo il nostro documento e cerchiamo un sostegno da parte del governo. Vogliamo ottimizzare le risorse già disponibili” ma non tagliare gli uomini. Conestà aggiunge; “Continueremo a manifestare come stiamo facendo già dal 25 agosto, battendoci per i diritti dei poliziotti" dichiara. La Consulta sicurezza rimarrà in piazza fino al 26 settembre”. La petizione è stata firmata anche dal leader della Lega Matteo Salvin e il Sap auspica che sia lo stesso presidente del Consiglio ad aderire alla proposta: “Renzi scenda a firmare”.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]