Greenpeace lancia l'allarme PFC ad altissima quota

10 settembre 2015, Orietta Giorgio
Greenpeace lancia l'allarme PFC ad altissima quota
Il rapporto Greenpeace “Impronte nella neve” denuncia la presenza di veleni anche in alta quota. Tra i monti innevati, dove l’aria dovrebbe essere incontaminata e pura, si nascondono pericoli impensabili.

I colpevoli? Questa volta si tratta di sostanze chimiche presenti nell’abbigliamento tecnico in PFC (polifluorati e perflorurati). I danni sarebbero a carico della salute umana e dell’ambiente.   

Gli attivisti di Greenpeace hanno trovato tracce di sostanze chimiche inquinanti all'interno dei campioni di acqua e neve prelevati, nel nostro Paese, le maggiori concentrazioni di residui tossici sono state rilevate in corrispondenza dei Monti Sibillini, ma anche su numerosi rilievi alpini, in prossimità del confine svizzero.

Gli effetti sulla salute umana, legati alle interferenze prodotte dai composti poli e per-florurati , riguardano il sistema endocrino e ormonale.  

Alcuni Pfc possono favorire la crescita di cellule tumorali e sono sospetti agenti mutageni.

Giuseppe Ungherese, responsabile campagna inquinamento di Greenpeace Italia: "Abbiamo individuato tracce di Pfc nei campioni di neve raccolti in tutte le località esaminate. Dei diciassette composti chimici riscontrati in tutti i campioni di neve analizzati, ben quattro hanno mostrato le concentrazioni maggiori nei prelievi al lago di Pilato. Tra questi c'è il Pfos (Perfluorottano sulfonato) già soggetto a restrizioni nell'ambito della Convenzione di Stoccolma".

La soluzione? Nel rapporto è specificato che “alcuni marchi che producono anche abbigliamento outdoor, come Puma e Adidas, hanno già adottato obiettivi per l'eliminazione di questi inquinanti. E alcune aziende più piccole ma specializzate nella produzione per l'outdoor, come Fjällräven, Paramo, Pyua, Rotauf e R'ADYS, producono già intere collezioni di abbigliamento idrorepellente Pfc-free”. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]