Agnese Renzi, insegnante precaria: "Un rito penoso"

10 settembre 2015, intelligo
Il sogno di Agnese Landini, moglie del premier Matteo Renzi, è un incarico che la faccia "stare in classe dal primo giorno: non l'ho mai fatto".

Agnese Renzi, insegnante precaria: 'Un rito penoso'
La prof Landini, insegnante di italiano, è in attesa di una destinazione insieme a molti altri insegnanti precari per l'assegnazione delle cattedre. 

"Mi piacerebbe almeno una volta fare il primo giorno di scuola con gli studenti in classe: non l'ho mai fatto. Deve essere bello accogliere gli studenti in classe", ha ripetuto la first lady come riportato dall'Ansa

Nel tardo pomeriggio, dopo sette ore di fila, la scelta: a Pontassieve, dove lei ha già insegnato lo scorso anno e dove suo marito Matteo Renzi ha la residenza. La professoressa Landini, insegnante precaria, ha ottenuto così la cattedra annuale rimasta disponibile dopo le assegnazioni da parte dell'ufficio scolastico regionale.

"Sono contenta", ha commentato la first lady. "È la prima volta che per due anni di fila mi assegnano alla stessa scuola".
Poi rivela: "Ho chiesto il part-time". Per fare la moglie del premier? "Anche per fare la mamma, tutte le mamme sanno cosa vuol dire". 

La lunga giornata della Landini era iniziata al mattino, quando è andata all'Istituto Russel Newton di Scandicci, Firenze, per sottoporsi a sette ore di fila assieme alle colleghe e ottenere la cattedra desiderata. "Spero che questo rito penoso finisca", ha commentato. "E' umiliante. Sembra che chiediamo l'elemosina, invece siamo professionisti". 

Messaggio chiaro al Governo. Nonché al marito
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]