Per l'iPhone 6s un giornalista vive in tenda: la folle attesa

10 settembre 2015, Marta Moriconi
Per l'iPhone 6s un giornalista vive in tenda: la folle attesa
Le code non piacciono. D'estate, per esempio, si fa di tutto per evitarle.
Sono estenuanti, la fatica è immensa, e a volte ci si rende conto che nonne vale la pena.

Eppure, cosa non si fa per il consumismo! E per una novità tecnologica...

C'è già la coda infatti, per il lancio di un prodotto la cui uscita ancora non era stata ufficializzata.

Praticamente un'attesa indefinita, senza certezze, al costo di avere l'oggetto del desiderio. Neanche pe runa donna si fanno gesti del genere. Invece Lindsay Handmer lo ha fatto per un iphone 6. Non si capisce se è il più paziente al mondo o il più autolesionista, fatto sta che ha bivaccato fuori da un Apple Store aspettando la data di rilascio del prossimo iPhone 6s e non di comprare l'oggetto...

Indicativamente si pensava fosse il 18 settembre prossimo, ma erano solo rumors.

Sarà il primo acquirente Handmer, e forse anche il più stanco ma vuole recensire l'iPhone 6s in tempi record battendo tutti sul tempo. Con sé ha portato thermos e sacco a pelo per vivere e dormire sul marciapiede.

Alla passione non si comanda, si potrebbe dire, ma ci sarebbe anche una denuncia sociale che lo spinge: svelare come vive quell'esercito di senzatetto che vive così e non ha neanche un iPhone 6s come ricompensa.

Quanto riuscirà a resistere? 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]