La Spagna celebra un re stanco. Arriva Felipe

11 aprile 2013 ore 10:14, intelligo
La Spagna celebra un re stanco. Arriva Felipe
di Franco Ceccarelli La Zecca Reale spagnola ha dedicato un bella moneta d’argento ai 75 anni compiuti dal Re Juan Carlos I. Un omaggio garbato della Nazione ad un Sovrano cui molto gli spagnoli debbono ma che, indubbiamente, sta attraversando un fase non felice della propria vita. Non tanto come Re – mestiere che svolge impeccabilmente da quasi 40 anni – ma per questioni personali che, indubbiamente, ne appannano anche quella istituzionale. Debole, ormai, fisicamente, con problemi di salute che è  sempre più difficile nascondere, una certa freddezza con quella grande Regina che è Sofia di Spagna, per i veri o presunti flirt extra-matrimoniali del Sovrano, problemi con una delle figlie, coinvolta in spiacevoli questioni inerenti la gestione di pubblici fondi. Insomma, troppi colpi, concentrati nel breve periodo, sono riusciti a intaccare un piedistallo di solidità fino ieri ritenuto  granitico. La Spagna “juancarlista” guarda con tristezza verso un uomo che, per quasi mezzo secolo, è stato riferimento sicuro cui rivolgersi, che molto bene ha rappresentato un Istituto, quello monarchico al quale, piaccia o non piaccia, la Nazione spagnola deve molto. Un Istituto che ha permesso il transito indolore dalla dittatura alla Democrazia, un Istituto che ha permesso alla Spagna di superara tensioni politiche, anche forti,   culminate nel tentato golpe Tejero del 1981, affrontato con grinta veramente regale dall’allora giovane Re. Un istituto che ha permesso alla Spagna di vedere al proprio governo, partiti di sinistra, veementemente riformisti, senza stress e senza eccessive sofferenze sociali. Un Istituto che, oggi, permette alla Spagna di guardare con tranquillità all’ormai prossimo avvicendamento al vertice della Casa Reale, e quindi della nazione, grazie ad un giovane Principe delle Asturie, Filippo, che sia avvia verso il trono, sostenuto da un consenso che, alla fine dello scorso anno, arrivava all’80%. Sta scendendo il sipario, tristemente, per alcuni aspetti,  sulla figura di un comunque ottimo statista, Re Juan Carlos, e se ne innalza un altro su un uomo, Felipe di Spagna, da anni pronto a ricevere il “testimone” paterno.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]