Borghezio (Lega) ‘benedice’ i “soldati politici della Tradizione”

11 aprile 2014 ore 14:10, intelligo
Borghezio (Lega) ‘benedice’ i “soldati politici della Tradizione”
“Siamo soldati politici della Tradizione”: copyright Mario Borghezio, europarlamentare della Lega che ieri a Milano ha partecipato all’incontro organizzato da Roberto Jonghi Lavarini. La battaglia per le europee è “una battaglia meta politica, culturale e spirituale per far rinascere l’Europa dei popoli e delle identità. Il nostro modello ideale rimane quello del Sacro Romano Impero”.
Dibattito animato dagli interventi, tra gli altri, di Pierfranco Bruschi (già rappresentante in Italia della Jeune Europe di Jan Thiriart, storico movimento nazional-rivoluzionario europeo, nella quale, in gioventù, ha militato lo stesso Borghezio), del conte Giuseppe Manzoni di Chiosca e Poggiolo (che ha proposto una scuola permanente di formazione politica), di Mauro Melchionda (che ha sottolineato l’importanza fondamentale di coinvolgere i giovani). E ancora, gli interventi di Antonio Imperatore (dirigente leghista con un passato, mai rinnegato, nella destra radicale) e Giuseppe Costi (già dirigente missino e segretario della Giovane Italia a Parma, da anni, militante della Lega). Tensione ideale: solo valori, idee e operatività cultural-sociale da condividere. Niente, invece, sulla campagna elettorale, voti e preferenze: segno dei tempi che cambiano.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]