Meridiana, rischiano la mobilità 955 dipendenti. Ma potrebbero dimezzarsi

11 aprile 2016 ore 8:05, Andrea De Angelis
Quasi mille. Anzi, no. Poco più di cinquecento. Con i numeri non si gioca, figuriamoci con le persone. Dunque proviamo a far chiarezza, ammesso che ci si possa riuscire. 

L'allora ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi poco più di due settimane fa aveva sollecitato i responsabili di Meridiana e le organizzazioni sindacali a ricercare in tempi rapidi l’accordo sul nuovo contratto di lavoro e sugli strumenti necessari ad una sostanziale riduzione delle eccedenze occupazionali previste dal piano industriale della compagnia aerea allo scopo di rendere possibile la partnership, strategica per il futuro dell’azienda, con Qatar Airways. A distanza di non molto tempo il punto nevralgico resta lo stesso: la partnership. Perché ieri Meridiana fly e Meridiana Maintenance hanno comunicato ai sindacati e alle istituzioni competenti l'avvio della procedura di messa in mobilità di 880 unità in esubero strutturale per Meridiana Fly (142 piloti, 649 assistenti di volo e 89 del personale di terra) e di 75 dipendenti per Meridiana Maintenance. In tutto 955 lavoratori. Poco meno di mille persone.
Resta, questo è il punto, comunque confermato il target di 527 unità in esubero nell'ipotesi di accordo sul contratto di lavoro e realizzazione della partnership con la Qatar Airways

Meridiana, rischiano la mobilità 955 dipendenti. Ma potrebbero dimezzarsi
"L'apertura di tali procedure - spiega una nota di Meridiana - avviene in coerenza con quanto illustrato dalle due aziende alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni competenti e risponde innanzitutto ai vincoli di tempistica esistenti, rappresentati dalla scadenza della Cassa integrazione straordinaria (30 aprile per Meridiana Maintenance e 26 giugno per Meridiana fly), e del termine del 30 giugno oltre il quale i trattamenti di sostegno del reddito al personale in mobilità andrebbero a ridursi in maniera significativa".
"Sembra che Meridiana miri a far saltare le pur esilissime possibilità di trovare soluzioni condivise", dichiara la Federazione dei Trasporti della Cgil. "Non si può trattare sui criteri di individuazione degli esuberi e sulla riduzione del numero mentre Meridiana ne viola le premesse indispensabili, offrendo posizioni di lavoro in Air Italy a tempo indeterminato". 
"Le modalità di ricerca verso Air Italy devono essere temporanee con l’utilizzo del contratto a termine con scadenza alla fine della Cig in atto o tramite lo strumento del distacco", ricorda la Filt

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]