Choc a Senigallia, verme nell'insalata della mensa: genitori in polemica (e scuse dei dirigenti)

11 aprile 2016 ore 11:16, intelligo
C'è un verme nel piatto: il bambino non solo si accorge del pranzo shock ma lo dice ai genitori (insieme agli altri bambini) oltre che alle maestre. E quel verme diventa il protagonista di questa polemica. 
E' successo tutto in una scuola di Senigallia in un classe primaria e ha provocato la reazione immediata sia dei dirigenti che della scuola. Prima sono stati chiamati i media ad accendere i riflettori sulla mobilitazione perchè i genitori sono scesi in campo per la salute e l'igiene dei loro bambini. Poi è toccato al dirigente scolastico dell'istituto Pascoli spiegare e intervenire: "In quel piatto di insalata il verme non ci doveva essere ma può esserci finito perché nelle mense viene servita insalata biologica, coltivata senza l'utilizzo di pesticidi che uccidono gli insetti e i vermi". Le parole di Maurizio Mandolini, che in sostanza si è scusato ammettendo l’accaduto, non hanno spento la polemica. D'altronde non basta certo promettere più controlli per smettere di riflettere sulle normative igieniche e sanitarie. 

Infatti è scesa poi la politica a tentare un ragionamento in questo senso. Con Marcello Liverani, coordinatore Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale di Senigallia, che ha voluto puntualizzare il rispetto delle normative con tanto di richiesta: "Chiediamo e vogliamo più attenzione, la massima possibile perché questi episodi non possono e non devono accadere, specialmente in questo caso che si tratta di alimentazione per i bambini. Non serve una commissione"..

E poi chiude la questione così: "Serve, e Fratelli d'Italia lo ribadisce, più attenzione e cura nel lavoro, oltre che al rispetto di tutte le norme vigenti, di qualsiasi natura". Sulla questione è intervenuto anche il consigliere comunale Maurizio Perini che ha chiesto che sia al più presto istituita una commissione che indaghi su ciò che è accaduto nella scuola Pascoli. Ma sembra che per molti si tratti di una richiesta eccessiva. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]