Moto Gp, anche Rossi cade a Austin. Incolpa la frizione e pensa a Jerez - VIDEO

11 aprile 2016 ore 15:20, Micaela Del Monte
Valentino Rossi un anno dopo. Sembra essersi completamente capovolto il mondo per il Dottore che se nel 2015 guardava tutti dall’alto in basso grazie ai due successi conseguiti in Qatar e a Termas de Rio che alimentavano i sogni di poter arrivare a conseguire a 36 anni il 10° titolo della sua carriera, oggi Rossi si ritrova a inseguire i due tanto odiati rivali spagnoli.

Marc Marquez (unico pilota ad essere sempre salito sul podio e che è già in fuga forte dei 66 punti portati a casa) e lo scomodo compagno di squadra Jorge Lorenzo. E anche a Austin Valetino Rossi ha dovuto abbandonare in anticipo la corsa. La gara del Dottore è infatti finita subito dopo il secondo giro, quando dopo una scivolata ha dovuto lasciare la gara. Il pesarese ha spiegato di aver avuto un problema fin dall'inizio con la frizione, un grande peccato perché su questa pista avrebbe potuto disputare una buona gara.

Moto Gp, anche Rossi cade a Austin. Incolpa la frizione e pensa a Jerez - VIDEO
Tra i top rider, oltre a Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, è quindi caduto anche Valentino Rossi che fin dalla partenza ha avuto problemi con la sua M1, e ha spiegato: “È un peccato, in partenza purtroppo ho bruciato la frizione, quindi ho dovuto rallentare perché si raffreddasse e da terzo ho perso alcune posizioni. Comunque non ero così lontano, mi sentivo bene con la moto, abbiamo lavorato bene durante il week end ed ero veloce. Poi ho sentito che il felling con la frizione stava tornando e intanto avevo tagliato il traguardo del secondo giro, ma purtroppo... Abbiamo perso punti in campionato, potevo fare una buona gara. Il lato positivo è che siamo forti e veloci, e saremo pronti per Jerez”. Il Dottore non perde il suo solito ottimismo e riguardo alle Michelin, ha poi dichiarato ai microfoni di Sky: “Queste gomme se sbagli non ti perdonano. Qui ho sbagliato io. Per quanto riguarda il campionato vincerà anche chi sbaglierà di meno”. Archiviata la gara di Austin, il pensiero va ora a Jerez de la Frontera (Spagna) dove tra due settimane Rossi cercherà il riscatto e soprattutto punterà a conquistare punti importanti per la classifica mondiale.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]