Dopo Garcia via anche Sabatini: chi arriverà al suo posto?

11 febbraio 2016 ore 11:28, Andrea De Angelis
Dopo Garcia via anche Sabatini: chi arriverà al suo posto?
Sono settimane, forse mesi che si parla di un suo possibile addio a fine stagione. I numeri, così come per Garcia, non sembrerebbero particolarmente avversi: due secondi posti nelle ultime due stagioni, importanti operazioni di mercato (vedi cessioni di Romagnoli e Bertolacci), affari veri e propri (Gervinho) e acquisti importanti (Manolas e Perotti in ordine cronologico). 

Eppure tra Sabatini e Pallotta sembra essere davvero finita.Il suo contratto è valido ancora per un anno, ma lui stesso potrebbe chiederne la rescissione. A deteriorare il rapporto la volontà ferma di Sabatini di confermare Garcia. Da quando il tecnico francese non è più a Roma quella scelta assume un valore diverso e la sconfitta di Coppa Italia con lo Spezia, dimenticata da molti, sembra essere stata la classica voce che ha fatto traboccare il vaso.
Inoltre la decisione di affiancare al tecnico francese un team di preparatori indipendenti da lui non è mai stata totalmente digerita, almeno secondo diversi addetti ai lavori. Attenzione: l'addio di Sabatini non è però scontato. A opporsi potrebbe essere addirittura l'erede del tecnico tanto difeso da lui, ovvero Spalletti il quale giocherebbe in quel caso il ruolo di perfetto mediatore.   ma potrebbe essere presto rescisso, in virtù della richiesta dello stesso dirigente che avrebbe espresso alla volontà americana il suo desiderio di farsi da parte a causa di un rapporto che si è andato deteriorando nel tempo per alcune scelte 'calde': tra tutte la riconferma di Garcia la scorsa estate, oltre alla decisione di affiancare al tecnico francese un team di preparatori indipendenti da lui.
Qualora l'addio di Sabatini però si dovesse concretizzare impazzirebbe il totonomi e le piste più probabili, ma di certo non le uniche, sono due. Laddove Sabatini decidesse di fare un passo indietro a prendere il suo posto potrebbe essere Ricky Massara. Se invece lo strappo dovesse essere più violento in pole sembra esserci Pasquale Sensibile che conosce molto bene l'ambiente romano.

Da valutare anche il futuro del dg Mauro Baldissoni, da sempre legatissimo a Sabatini: il suo contratto scadrà a giugno ed il rinnovo potrebbe dipendere proprio dalla permanenza o meno nella Capitale di quest'ultimo. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]