L'email blocca-computer senza 500 bitcoin di "riscatto"? Non cedete e fate così

11 febbraio 2016 ore 11:14, Marta Moriconi
Un'email che distrugge i computer di chiunque la apra. E migliaia di persone cadute nel tranello. 
Se ricevete sulla vostra casella di posta elettronica un messaggio che fornisce indicazioni ingannevoli su presunte spedizioni o con un link o un allegato a nome di Istituti di credito, Aziende, Enti, gestori e fornitori di servizi noti al pubblico, non lo aprite!
Vi paralizza il computer, ma non solo. Ricatta anche: vuoi tornare ad riavere i tuoi dati? Paga 500... ma non in euro. Non vuole contanti infatti, solo la virtualissima moneta bitcoin il cui valore è di 217 euro a bitcoin.
E la Polizia Postale e delle Comunicazioni oltre a registrare gli attacchi informatici e il moltiplicarsi di questi attraverso il virus Cryptolocker, per ora è impotente. 
Spesso e volentieri si arriva alla radice di organizzazioni criminali non solo italiane dietro alle campagne virali con truffa informatica dentro. Ma questa volta l’attacco è bene celato e la Postale oltre ad aumentare le misure di prevenzione non riesce a portare a termine le indagini. 
L'email blocca-computer senza 500 bitcoin di 'riscatto'? Non cedete e fate così
 
Ricatto: E diverse sono state le persone che hanno aperto, per esempio, il link malevolo o aperto l’allegato col virus che cripta i dati del computer, paralizzandolo fino a pagamento avvenuto. 
Un vero e proprio ricatto criminale informatico con tanto di contro-email, una volta pagato, con un programma per la decriptazione. 
Consigli: Ma che fare? Per gli investigatori non bisogna cedere al ricatto "anche perché non è certo che dopo il pagamento vengano restituiti i file criptati". State solo attenti ad aggiornare i vostri software, comprare buoni antivirus, fare backup con copie dei vostri file, e non aprite le email degli "sconosciuti". 
Info: ricordatevi che c'è il Commissariato di P.S. on-line reperibile all’url: www.commissariatodips.it.
Nel portale un'apposita “app” scaricabile gratuitamente dal proprio smartphone o dall’ipad dove sarà possibile chiedere assistenza agli utenti della Rete in tempo reale.

L'email blocca-computer senza 500 bitcoin di 'riscatto'? Non cedete e fate così

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]