Per Salvini a Cagliari polizia in tenuta anti-sommossa e cariche. Ma l'incubo è Roma

11 febbraio 2016 ore 12:49, intelligo
Matteo Salvini ha un suo nutrito gruppo di contestatori ovunque vada. 

Questa volta siamo a Cagliari, ma la scena che viene riproposta è la stessa. Le forze dell'ordine sono in tenuta antisommossa e dall'altra parte c'è il corteo antifascista. Non solo parole di insulti  sono indirizzate al leader leghista, tipo "Fuori i fascisti dalle città", "Fascisti carogne tornate nelle fogne", ma sono state sequestrate mazze e fumogeni a bordo di un furgone diretto alla contromanifestazione. No, Salvini non può aprire, in via Sant'Avendrace, un circolo di "Noi con Salvini". Alla fine la "rivolta" in strada ha portato un 42enne e un 28enne denunciati diverse operazioni di
Per Salvini a Cagliari polizia in tenuta anti-sommossa e cariche. Ma l'incubo è Roma
servizi preventivi di controllo del territorio. La "pesca" più grossa è stata fatta proprio nel furgone: gli agenti della Squadra volante hanno perquisito il mezzo trovando la mazza da baseball metallica, striscioni con scritte "A fora sa Lega", e "Sardegna Antifascista", alcune cassette di arance, i fumogeni e striscioni rinforzati trasformati in scudi. Un vero e proprio "arsenale da rivolta" con tanto di ragazzi, due, portati in questura.

Viale Sant'Avendrace è stato chiuso al traffico con tanto di bus pubblici deviati ma nonostante questo non sono mancati gli scontri. Sono cominciati lanci di uova ed è stato acceso anche un grosso petardo. La tensione è salita ed è scattata una carica di alleggerimento delle forze dell'ordine. Anche la vernice rossa è volata. Alla fine il corteo è stato disperso. E mentre tutto questo avveniva a Cagliari, Salvini pensava a Roma così: "Dobbiamo dare la parola al popolo e ai cittadini", Ossia: "Primarie". Così al Messaggero il leader della Lega, Matteo Salvini ha aggiunto che "a Roma ci sono sensibilita' diverse, candidature multiple, veti, candidati che compaiono e scompaiono nel giro di poche ore" insistendo sulla necessita' delle primarie che pero' "non saranno come quelle del Pd a Milano dove ha votato anche chi non sa una parola di italiano o come quelle dei grillini dove al massimo votano 30 persone". 
E Alfio Marchini? Meloni dice no e lancia il "suo" Rampelli, Salvini è più aperto: "E' alternativo al Pd e al M5S e questo per me è già un fatto positivo, può andar bene, ho anche letto che lo avrei incontrato. Falso". Tuttavia, ha una predilezione per l'ex Presidente della Camera, ex leghista, Irene Pivetti. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]