Un altro anziano perde la vita per una coperta elettrica: tragiche fini comuni

11 gennaio 2016 ore 10:20, intelligo
Un altro anziano muore (ma non nel sonno) per colpa delle fiamme accese da una coperta elettrica intorno alle 7 di mattina. Si tratta questa volta di un 90enne di nome Raffaello Scardigli. L'uomo morto a Montelupo aveva tentato di spengere senza successo le fiamme sprigionatesi dalla classica coperta elettrica che serve a riscaldare il letto prima di addormentarsi ma che sarebbe andata a fuoco provocando l'incendio a casa che lo ha soffocato.

Purtroppo persi i sensi a causa dei fumi non c'è stato più nulla da fare per l'uomo, che accasciato a terra è morto così,
Un altro anziano perde la vita per una coperta elettrica: tragiche fini comuni
prima di essere soccorso inutilmente dall'ambulanza della Misericordia di Empoli.Ora anche gli appartamenti confinanti sono stati evacuati. E nel  2015 non sono mancati i morti per colpa di corto circuiti o distrazioni legate all'uso della coperta elettrica. Va ricordata in particolare la storia dell'anziana donna Antonietta Del Grosso che viveva sola nella sua villetta alle Coste di Oratino e che molto ricorda la tragedia odierna: anche lei ad aprile è deceduta per asfissia dopo aver tentato di spegnere l’incendio partito dalla sua coperta elettrica. Un vicino diede l’allarme quando notò delle fiamme uscire dall’abitazione della 79enne.
Tragiche fini le cui circostanze sono spesso da chiarire.

(m.m.)

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]