Ospedale Nola, per Lorenzin colpa non è dei medici: "Devono curare con quello che hanno"

11 gennaio 2017 ore 8:21, Andrea De Angelis
"La responsabilità non è loro, se arriva un paziente lo devono curare. Bisogna capire invece le responsabilità organizzative", ha detto a proposito dei malati curati sul pavimento nel nosocomio di Nola il ministro Lorenzin, difendendo dunque i medici e puntando il dito contro la situazione organizzativa. 
"Difendo i medici, non sono i medici i responsabili, i medici sono in pronto soccorso per fare assistenza. Se arriva un paziente lo devono curare, e lo curano con quello che hanno, con gli strumenti e i mezzi che hanno. Sono i nostri eroi quotidiani che lavorano anche in condizioni di enormi difficoltà”. Lorenzin lo ha detto a Sky TG24 HD, parlando della polemica sul pronto soccorso di Nola, in cui alcuni pazienti sono stati curati sul pavimento per l’assenza di letti e barelle.

Ospedale Nola, per Lorenzin colpa non è dei medici: 'Devono curare con quello che hanno'
"Bisogna capire invece - ha proseguito il ministro - le responsabilità organizzative: in una fase come quella natalizia, in cui si sapeva che c’era un picco influenzale e che nei pronto soccorso ci sono affollamenti, deve funzionare il 118, bisogna andare in ospedale solo quando è necessario, deve funzionare la medicina di base. C’è una responsabilità delle direzioni generali che devono gestire la sanità come è previsto e come può funzionare laddove ci sono persone che la sanno far funzionare". 
Ricordiamo che il governatore Vincenzo De Luca ha disposto l’apertura immediata di un'indagine interna “per una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità” ma la polemica politica è già partita. "Quelle dei pazienti stesi per terra nell’ospedale di Nola sono immagini indegne per un Pase civile, che mortificano la nostra regione, gli ammalati e tantissimi medici. Da Consigliere regionale, anche se d'opposizione, sento il dovere morale di chiedere scusa ai cittadini per quanto accaduto” - spiega il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.
Duri attacchi anche dal M5S. "Esprimiamo vicinanza e solidarietà ai medici e agli operatori del pronto soccorso dell'ospedale di Nola, che hanno fatto straordinariamente e generosamente il loro lavoro, adoperandosi per assistere i pazienti pur in condizioni di disagio assoluto. Cosa avrebbero dovuto fare? Negare l'assistenza perché mancavano letti e barelle?" scrive sul suo profilo facebook il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale della Campania Valeria Ciarambino.
caricamento in corso...
caricamento in corso...