Manifesti anonimi anti-ministra Fedeli: per Adinolfi "colpa del Pd che mente"

11 gennaio 2017 ore 15:59, Americo Mascarucci
"Per fare il professore ci vogliono: laurea, abilitazione e concorso. Per fare il ministro dell’Istruzione: terza media, amicizie e molte bugie". 
Roma è stata tappezzata di manifesti anonimi contro il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli ancora sotto attacco per la storia della laurea inserita nel proprio curriculum ma in realtà mai conseguita. 
Ha soltanto un diploma triennale in Scienze sociali. Il suo staff parlò di errore in buona fede in quanto poi quel diploma sarebbe stato equiparato ad una laurea breve.
Ma la polemica è montata di giorno in giorno.
Come detto i manifesti sono anonimi, non c’è nessuna firma e non si è a conoscenza di chi possa averli affissi. 
Il Pd grida allo scandalo e denuncia: 
"La macchina del fango contro la Ministra Fedeli sembra non arrestarsi, questa volta con manifesti anonimi e abusivi appesi per le strade della capitale. Valeria Fedeli ha maturato una esperienza politico-istituzionale di tutto rispetto. Ha mostrato serietà e capacità" ha dichiarato Francesca Puglisi, responsabile scuola, università e ricerca del Pd. 
Manifesti anonimi anti-ministra Fedeli: per Adinolfi 'colpa del Pd che mente'

Non la pensa così Mario Adinolfi del Popolo della Famiglia colui che per primo denunciò il caso e smascherò la finta laura del Ministro. 
"Loro mentono sistematicamente agli italiani, ma se ne tocchi uno scattano uniti nell'autodifesa - scrivi su Facebook - Valeria Fedeli è stata fatta oggetto di un manifesto non violento né volgare, ma che semplicemente ricordava i suoi demeriti. Come un sol uomo scattano a difesa del ministro che ha millantato titoli di studio inesistenti Pd, Forza Italia e sindacati".
Manifesti anonimi anti-ministra Fedeli: per Adinolfi 'colpa del Pd che mente'
caricamento in corso...
caricamento in corso...