Roma, maxi-rissa in un pub: 27enne russa aggredita da 3 donne [FOTO ESCLUSIVE]

11 gennaio 2017 ore 17:32, Micaela Del Monte
Sembrava una serata tranquilla quella di domenica sera in un pub del centro di Roma. Come ogni fine settimana infatti nel locale prevalentemente frequentato da stranieri era il giorno del karaoke e, proprio mentre sul palco si esibivano delle turiste americane, in sala è scattata la rissa. Subito i buttafuori del locale si sono resi conto della gravità della situazione e si sono lanciati in mezzo alla folla per tentare di placare le cose quando si sono resi conto che una ragazza russa di 27 anni era ferita al volto e sanguinate. Calci e pugni sono continuati a volare per qualche minuto fino a quando, anche con l'aiuto di alcuni ragazzi presenti, le persone interessate nella rissa sono state allontanate dal locale. 

Ed è stato proprio in strada che ci si è reso conto di quello che era accaduto. La ragazza russa, in vacanza a Roma, era stata infatti aggredita da altri tre ragazze inglesi ed un ragazzo maltese di età compresa tra i 23 e i 54 anni. Le tre donne (mamma e due figlie) hanno dapprima lanciato un bicchiere di birra in faccia alla 27enne causandole una ferita al volto e poi, gettata a terra, hanno continuato a picchiarla e sbeffeggiarla. La lite però è continuata anche fuori dal locale, dove è volato un altro bicchiere, e dove la giovane russa ha tentato in tutti i modi di reagire.

A placare le cose sono stati proprio i ragazzi presenti nel locale, uno dei quali ha caricato la ragazza russa in ambulanza dopo l'arrivo dei Carabinieri, in servizio di vigilanza dinamica nella zona, arrivati in pochissimi istanti sottraendo la giovane ragazza dalle grinfie dei 4 aggressori, trovati in evidente stato di ebbrezza alcolica.  "All'inizio non abbiamo capito bene cosa stesse succedendo, abbiamo visto soltanto la folla aprirsi al centro e bicchieri volare. Uno di questi ha colpito anche me ma per fortuna solo di striscio. Quando ci siamo resi conto che erano diverse persone contro una sola ci siamo subito catapultati in aiuto dei buttafuori. Per fermare gli aggressori però ci abbiamo messo diversi minuti perché nessuno aveva intenzione di fermarsi", queste le parole di L.L. uno dei ragazzi intervenuti per placare la rissa e che ha poi aiutato le forze dell'Ordine a far salire la ragazza russa in ambulanza.

La vittima, trasportata all’ospedale “Santo Spirito”, è stata medicata e dimessa con 7 giorni di prognosi a causa di varie ferite lacero-contuse e contusioni alla testa e al volto. Gli autori dell’aggressione sono stati portati in caserma dove sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria capitolina.

<
>
caricamento in corso...
caricamento in corso...