Governo ko sulla responsabilità civile dei magistrati

11 giugno 2014 ore 12:38, intelligo
Governo ko sulla responsabilità civile dei magistrati
Governo e maggioranza battuti alla Camera, in un voto a scrutinio segreto, su un emendamento della Lega che riscrive l’articolo 26 sulla responsabilità civile dei magistrati
nell’ambito della discussione del ddl su “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell’Italia all’Unione europea”. Il governo è andato sotto per sette voti nello scrutinio segreto: 187 a 180. Pd sugli scudi con il parlamentare Ettore Rosato che in Aula avverte: “Ci sarà il Senato per modificare il testo”. Ma Forza difende il ricorso al voto segreto sottolineando che “è protetto dalla Costituzione. E’ stata una votazione legittima”, rilancia Francesco Paolo Sisto. E i 5Stelle rincarano la dose: “La nostra decisione di astenerci ha tirato fuori tutta l'ipocrisia del Pd”, spiega Andrea Colletti nel suo intervento in Aula. L'emendamento della Lega, passato nonostante il parere contrario di maggioranza e governo, prevede sanzioni più dure per i magistrati che commettono errori.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]