Svolta di Twitter, si possono condividere i cinguettii molesti

11 giugno 2015, intelligo
Svolta di Twitter, si possono condividere i cinguettii molesti
Nel mondo tweeteriano c’è una novità. Saranno gli utenti a ‘giudicare’ cinguettii e a individuare gli account molesti. Insomma, la democracy del Social portata ai massimi livelli. 

Ed è su questo concetto che Twitter ha deciso di dare la possibilità a chi lo vuole, di condividere le ‘black list’ finora solo personali.
I passaggi tecnici per gestire ma anche per creare le ‘liste nere’ sono pronte da mesi sulla piattaforma social e l’obiettivo di fondo è quello di “pulire” il servizio di microblogging dalle brutture che rischiano di allontanare utenti e di rendere diffidenti gli inserzionisti.
Partendo da queste funzioni di blocco, sviluppatori indipendenti avevano già provveduto a dotare gli utenti di strumenti specifici quali BlockTogether per importare ed esportare le liste ‘sgradite’ che ora invece Twitter ha deciso di offrire direttamente. 

Nei prossimi giorni la funzione sarà diffusa a tutti gli utenti che potranno così, non solo esportare e importare le liste nere, ma anche scambiare e quindi condividere sotto forma di un file .csv che include i soli ID degli account estromessi. Per gestire il contenuto della lista è necessario operare dalle impostazioni per gli account bloccati sulla piattaforma.

Della serie: Twitter una ne pensa e cento ne fa. Tutto all'insegna di un click democratico.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]