Berlusconi malato ma non molla (forse): "Mi affido a Dio, seguo la politica"

11 giugno 2016 ore 20:07, Adriano Scianca
Silvio Berlusconi continua a seguire le vicende politiche, ma intanto si affida a Dio in vista dell'operazione al cuore cui dovrà essere sottoposto a breve. “Desidero ringraziare tutti coloro che mi hanno fatto pervenire manifestazioni di affetto ed espressioni augurali, mi hanno davvero commosso. Non dimenticherò le parole di amici, di esponenti politici, di collaboratori di una vita di lavoro, dei moltissimi sostenitori che mi hanno fatto sentire la loro vicinanza con calore straordinario”, ha scritto l'ex premier in una nota diffusa su Facebook. E ha aggiunto: “Sono sereno, e affronto questo passaggio delicato affidandomi a Dio ed alla straordinaria professionalità dei medici e del personale del San Raffaele”. 

Berlusconi malato ma non molla (forse): 'Mi affido a Dio, seguo la politica'
Ma, consapevole dell'effetto destabilizzante che la sua assenza può avere sul centrodestra, il leader di Forza Italia ci tiene a precisare che non è ancora scattata la “tana libera tutti”: “Seguo da qui le vicende politiche in vista dei ballottaggi, e chiedo a tutte le donne e gli uomini di Forza Italia il massimo impegno per far prevalere i candidati del centro-destra ovunque siano in campo. Forza Italia è pienamente operativa nei suoi organismi nazionali e periferici ed è perfettamente in grado di operare in questi giorni di mia forzata assenza”. 

Nonostante la rassicurazione finale, è ovvio che i problemi di salute di Berlusconi aprono la questione della successione. Per il momento sembra che la guida del partito verrà affidata a un direttorio di fedelissimi. Il futuro è quanto mai incerto. Si fa il nome di Mara Carfagna, che certo sarebbe nelle grazie di Berlusconi ma che non è chiaro quanto possa fungere da leader e punto di riferimento per il partito e oltre. Si è fatto anche il nome del candidato a sindaco di Milano per il centrodestra, Stefano Parisi, che però si sarebbe già sfilato dalla competizione per la leadership. Insomma, la questione è quanto mai aperta.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]