Merkel espelle 007 americano: "Spiare Berlino è spreco di energie"

11 luglio 2014 ore 9:50, Andrea De Angelis
Il governo tedesco espellerà un rappresentante dei servizi segreti americani operativo a Berlino dopo la scoperta di due casi di agenti segreti tedeschi accusati di passare informazioni riservate agli Stati Uniti. Lo ha annunciato il portavoce dell’esecutivo, Steffen Seibert, riferendo che “al rappresentante dei servizi d’intelligence statunitensi all’ambasciata Usa è stato detto di lasciare la Germania”. Il caso è scoppiato venerdì scorso quando un agente tedesco ha rivelato di aver trasmesso a Washington documenti riservati di indagini tedesche sullo scandalo Nsa.  
Merkel espelle 007 americano: 'Spiare Berlino è spreco di energie'
Angela Merkel, irritata per l'accaduto, ha sottolineato come “spiare gli alleati sia uno spreco di energie”. Con gli Stati Uniti “vedo una differenza di principi molto grande rispetto ai compiti dei servizi segreti dopo la guerra fredda”, ha detto la cancelliera. Una tensione quella tra Germania e Stati Uniti che va avanti da diverse settimane. Appena due giorni fa il ministro dell'Economia,Wolfgang Schaeuble, aveva attaccato gli Stati Uniti affermando che la collaborazione con loro non può significare “che gli americani possano dare lavoro a gente di terza classe da noi! Su questa stupidità si può solo piangere”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]