Meteo Italia, da mercoledì stop al caldo. La mappa dei temporali

11 luglio 2016 ore 23:59, Andrea De Angelis
Caldo, caldo e ancora caldo. Solo da mercoledì si tornerà a respirare bene nello Stivale, ma fino ad allora anche in montagna ci sarà da soffrire. Non aiuta di certo l'umidità record, così come il sole particolarmente cocente. Insomma: l'estate tanto attesa (giugno ha avuto temperature spesso inferiori alla media) è arrivata e ora c'è di che sudare. 

Ondata di picco di caldo tra il week-end e l'inizio della prossima settimana, una canicola denominata "Nerone", poi l'anticiclone inizierà ad attenuarsi a partire dal Nord Italia e di conseguenza le temperature inizieranno una lenta discesa.
In queste ore l'anticiclone delle Azzorre riceve un contributo di aria più calda in quota dal Nord Africa. Di conseguenza è atteso un ulteriore aumento delle temperature e dell'afa. Al Centro Nord si raggiungeranno punte fino a 34/35°C, anche superiori sulle pianure emiliane mentre al Sud si potranno avere i picchi più alti, fino a 36/38°C sulle aree interne pugliesi e della Basilicata, e anche nell' entroterra di Sicilia e Sardegna.
Da martedì sera si addosserà all'Italia il fronte freddo. Porterà temporali anche intensi su Alpi, Prealpi ed alte pianure. Prevarrà il sole ed il clima caldo sul resto d'Italia. Mercoledì 13 la linea di temporali si muoverà verso sud. Forti temporali, anche con grandine, si avranno su Triveneto ed Emilia, qua e là anche sul resto del Nord. Temporali che riguarderanno in serata il Nord della Toscana. Sempre caldo altrove con una prevalenza di sole. Giovedì 14 residui fenomeni sul Nord Est, isolati sulla dorsale adriatica.

Meteo Italia, da mercoledì stop al caldo. La mappa dei temporali
Come riuscire a combattere l'afa? Un'impresa difficile, ma non certo impossibile. Chi può si rechi in spiaggia o in piscina perché lo "stare a mollo" è sempre un ottimo rimedio contro il caldo torrido di questi giorni. Attenzione però alla pelle: guai a sottovalutare l'esposizione ai raggi solari, soprattutto nelle ore più calde della giornata. Crema protettiva dunque (da mettere più volte nel corso della giornata) e un po' d'ombra, specialmente all'ora di pranzo. Occhio poi a fare il bagno durante la digestione: i vecchi consigli della nonna sono validi anche nel nuovo millennio. 
C'è poi chi sceglie i centri commerciali. Buona idea, il fresco lì è assicurato, ma (si scherza) attenzione a non regalarne troppo anche alle vostre tasche. In tempi di saldi, comunque, lo shopping può essere davvero conveniente. 
Per chi ama la natura, l'ombra di un albero ha sempre il suo fascino. Non rinunciate dunque ai parchi, cambiate zona seguendo appunto gli spostamenti del sole e poi godetevi il fresco all'avvicinarsi del tramonto. 

Per quanto riguarda l'alimentazione, i consigli sono quelli di sempre. Bere dai due ai tre litri di acqua al giorno (possibilmente non fredda), consumare almeno tre volte pasti a base di frutta e verdura, evitare cibi grassi e con troppo zucchero (anche se un po' fa bene, specie a chi soffre di pressione bassa). Davvero importante è evitare bibite ghiacciate se accaldati: il rischio di sentirsi male è davvero alto. Occhio poi alle abbuffate, specialmente a pranzo: sottoporre il vostro fisico a lunghe digestioni è davvero un peccato.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]