Come un "Derby", Milano-Torino per il Salone del Libro: nuovo progetto in gestazione

11 luglio 2016 ore 17:12, Americo Mascarucci
Il nuovo presidente dell’Associazione editori italiani (AIE), Federico Motta ha lanciato l'idea di creare una sezione del "Salone dei libri" alla Fiera di Milano provocando la dura reazione di Torino che teme di vedesrsi scippare una delle manifestazioni culturali più importanti della città.
A lanciare l'allarme è stato in primo luogo l'ex sindaco di Torino Piero Fassino il quale è sembrato voler così anticipare l'attuale sindaco Chiara Appendino che l'ha sconfitto al ballottaggio costringendola a seguirlo a rimorchio.
Subito infatti alle proteste di Fassino si sono aggiunte quelle dell'Appendino e del Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino obbligando di fatto il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ad intervenire per evitare una guerra fra città del Nord.
Franceschini ha confermato di essere a conoscenza del progetto ma ha chiarito: "Ho sentito parlare di questa idea, non nuova, di far nascere a Milano un Salone del libro che di fatto si sovrapporrebbe con quello di Torino. Vedrò giovedì il presidente  dell'Aie Motta e certamente parleremo anche di questo. A scanso di dubbi ed equivoci - continua Franceschini - tengo comunque a ribadire che l'entrata del governo, attraverso Mibact e Miur, nel salone di Torino mantiene tutta la sua validità e conferma che la nostra intenzione, di cui ho parlato anche oggi con il ministro Giannini, è di investire sul salone di Torino e di rafforzarlo per quello che già è da anni, come punto di riferimento nazionale. Rispetto ovviamente l'autonomia degli editori ma sarebbe davvero utile che anche l'Aie convergesse su questa scelta. Sono proprio i primi segnali positivi del 2015/2016 sul mercato del libro, che dovrebbero spingere pubblico e privato a fare sistema, come stiamo peraltro già facendo in molte iniziative legate al libro e alla lettura".

Come un 'Derby', Milano-Torino per il Salone del Libro: nuovo progetto in gestazione
Dunque si tratterebbe di una nuova iniziativa che non andrebbe a sovrapporsi al Salone di Torino.
Ma la polemica non si placa.
L'assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno incontrerà Motta la settimana prossima. "Prima di fare il processo alle intenzioni bisogna capire quali siano le intenzioni dell'Aie" ha spiegato gettando acqua sul fuoco e ribadendo che comunque si tratterebbe di "una manifestazione del tutto nuova, che quindi potrebbe avere una sede nuova".
Vallo a dire ai torinesi!
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]