Berlusconi giù da Trento. Pd in pole, Salvini sale senza i Repubblicani...

11 maggio 2015, Marta Moriconi
Berlusconi giù da Trento. Pd in pole, Salvini sale senza i Repubblicani...
Le comunali segnano il sorpasso di Salvini e il crollo di Berlusconi. Regge Renzi... Anche se l'affluenza è bassissima e il vero dato è questo: in
Alto Adige ha votato il 66,9% degli aventi diritto al voto, contro il 74,6% di cinque anni fa. 

Un  verdetto quello delle elezioni amministrative in Trentino-Alto Adige su cui dovranno riflettere i leader di centrodestra per primi, e poi tutti gli altri.

Il rinnovo di 240 sindaci e consigli comunali non è cosa da poco.

Forza Italia lascia, la Lega Nord raddoppia si potrebbe scrivere, riassumendo con il celebre gioco televisivo, questa "partita amministrativa". E la prima sfida tra Fi e Lega Nord è stata vinta da Salvini e dal suo nuovo Carroccio, nient'affatto stile Partito Repubblicano: proprio abbandonando i moderati è arrivato infatti al 12% mentre Fi si è fermata al 5%.

E il M5S? Si conferma una lievissima perdita di consensi, ma tutto sommato resiste.

Altra certezza è la vittoria del centrosinistra che va al ballottaggio il 24 maggio comunque nelle comunali di Bolzano ma che stravince al primo turno per il candidato Pd a Trento. 

Vince solo l'assenteismo: l'affluenza alle urne è da record negativo. 

Il dato choc appartiene ad Aosta dove più che contare i vincitori e i perdenti, si contano gli assenti: l'affluenza alle 23 era al 61,25%, contro il 66% di 5 anni fa. 

E il rischio di non raggiungere il quorum pendeva su molti piccoli comuni dove non hanno partecipato al voto almeno il 50% degli elettori. 

Forse, è il caso di rapportarsi a questi dati per capire da dove ripartire. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]