Verona Legend Cars si mette in mostra con la Volvo d'epoca

11 maggio 2015, Micaela Del Monte
Verona Legend Cars si mette in mostra con la Volvo d'epoca
La prima edizione della Verona Legend Cars ha visto protagonista, oltre le numerosissime auto d'epoca, la Volvo PV544 che, assieme ad una P1800, ha fatto "compagnia" al nuovissimo suv XC90.

Un modo per la casa svedese di esaltare e valorizzare la storia del marchio e le tante importanti innovazioni che hanno caratterizzato le automobili Volvo in 88 anni di lavoro. 

La PV544 è infatti uno dei modelli chiave della storia di Volvo. L'auto venne introdotta alla fine degli Anni '50 come erede della fortunatissima PV444. La sua scocca era la stessa del modello 444 e la novità di rilievo era costituita dal nuovo parabrezza in un pezzo unico (la Volvo 444 aveva sempre conservato il parabrezza suddiviso per motivi di riparazione e assicurativi, ma ciò rendeva antiquato il suo aspetto). La PV544 ha sempre incarnato lo spirito del brand tra in rispetto delle esigenze di chi si muove in auto tutti i giorni e la sua facilità di guida che l'hanno resa, e lo è ancora oggi, protagonista nelle gare per veicoli storici, con i piloti ufficiali Ivan Capelli, Nino Margiotta e Massimo Zanasi della Scuderia Volvo, il 'braccio sportivo' del Registro Italiano Volvo.

Anche questa linea della Volvo ha contribuito all'enorme successo all'esordio della Verona Legend Cars alla quale hanno partecipato 
oltre 2 mila auto esposte e oltre 20 mila persone che hanno affollato i padiglioni della fiera scaligera.

E’ nato un nuovo Salone europeo e lo ha fatto con il piede giusto”. Questo il commento a caldo dell’organizzatore Mario Carlo Baccaglini.

Il nuovo appuntamento dedicato all'auto d’epoca e contemporanea accontenta tutti: espositori, addetti ai lavori e appassionati: “Qualità, modelli unici e i migliori commercianti europei ci collocano, fin dalla prima edizione, come un fiera di livello internazionale. Verona centra l’obiettivo. Arrivederci all'anno prossimo"

Numerose le attività svolte nei tre giorni di fiera, a partire dai test drive della nuova gamma Porsche e prove di regolarità per le vetture storiche de “Aspettando la Mille Miglia”. Tra gli esemplari più rari presenti nei cinque padiglioni del Salone l’Alfa Giulia Super, Fiat 600, la 308 GTS di Magnum PI, una vettura anfibia Ford - che fu la risposta americana alla Schwimmwagen tedesca – la Isotta Bmw del 1955, tantissime Ferrari e Istant Classic

E ora si pensa già per la seconda edizione, prevista per la primavera 2016.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]