Unioni civili, Concia: "Sono felicissima, ha vinto l'Italia: è solo il primo passo"

11 maggio 2016 ore 16:32, Andrea De Angelis
La Camera dei Deputati ha votato la fiducia al provvedimento di legge sulle unioni civili. Un giorno dunque storico per l'Italia, una prima volta che ha visto in Aula anche tanti nastrini arcobaleno. E mentre sulle prime pagine dei giornali finisce quello sul vestito del ministro Boschi, IntelligoNews ha raccolto la voce di Anna Paola Concia, ex parlamentare da sempre in prima linea per il riconoscimento dei diritti della comunità Lgbt...

Abbiamo visto questi nastrini arcobaleno a Montecitorio, una giornata che in molti hanno definito storica. Qual è il commento di chi da anni porta avanti simili battaglie?
"Ovviamente sono felicissima. Sono felice, si è rotto un muro e questa legge cambierà tante donne e tanti uomini di questa Italia. Cambierà questo Paese". 

Unioni civili, Concia: 'Sono felicissima, ha vinto l'Italia: è solo il primo passo'
Molti si interrogano sul parere degli italiani e a Renzi viene rimproverato il fatto di essere andato "da solo". In particolare nel mirino finisce l'aver posto la fiducia: anche lei gli rimprovera questo?

"No, a me è piaciuta anche perché sono trent'anni che si aspetta una legge come questa. Siccome non era vietato il fatto di poter porre la fiducia, va bene così. Ben venga, è stato un gesto di determinazione che mi è piaciuto". 

Siamo solo al primo passo?
"Sì, è il primo grande passo. Grandissimo però (ride, ndr). Un passo decisivo". 

Chi ha perso oggi? C'è chi dice la Cei, chi indica politici come la Binetti...
"Oggi non ha perso nessuno. Vince questo Paese, non perde nessuno". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]