Moribondi e cani eroi per caso, le storie e IL VIDEO

11 marzo 2015, Orietta Giorgio
Moribondi e cani eroi per caso, le storie e IL VIDEO
I cani eroi ci salvano la vita. La storia continua. L’ultimo episodio risale a pochi giorni fa. Una ragazza inglese di 24 anni, Joanna Mellor, ha avuto un malore mentre dormiva accanto al suo fidanzato, ed è stata salvata dal suo cane che, accorgendosi che la padrona non stava respirando più, ha continuato ad abbaiare fino a svegliare il fidanzato, Andrew, che ha potuto chiamare immediatamente i soccorsi. Il cuore di Joanna si era fermato per ben 30 minuti, questa la dichiarazione dei medici. Dopo questo episodio alla ragazza è stata diagnosticata la sindrome di Wolff Parkinson White (WPW), una malattia da anomala conduzione cardiaca che può provocare episodi di tachicardia. “Devo la mia vita al mio cane e al mio ragazzo. Senza Leo e Andrew non sarei qui oggi”, così commenta la ragazza. Altri episodi confermano quanto la presenza dei cani accanto agli umani sia spesso un salvavita prezioso e indispensabile. Come dimenticare il cane che salvò la propria famiglia umana da una maxifrana nel Pisano?


L'abitazione è andata distrutta, loro tutti salvi grazie all'insolito comportamento del cane che ha permesso a Chiara, una delle figlie, di capire per tempo cosa stava per accadere.


Un altro “angelo” a quattrozampe ha visto il suo ”papà” accasciarsi a terra e ha iniziato ad abbaiare disperatamente. Darky, un Labrador Collie, ha salvato la vita del suo proprietario, Arthur McGarvey, un ex poliziotto in pensione di 74 anni, colpito da un infarto durante una passeggiata, il suo incessante abbaiare ha permesso ai passanti di accorgersi dell’uomo a terra e di chiamare i soccorsi.


A Torbay, un’area sulla costa meridionale del Regno Unito, Cleaner Kelly Weeks, stava guidando la sua macchina quando ha visto un cane abbaiare esageratamente,  ha  così accostato per vedere cosa stesse succedendo: “Abbiamo trovato il signor McGarvey immobile e incapace di esprimersi. Lo abbiamo coperto con i nostri cappotti e abbiamo chiamato un’ambulanza.” La velocità dei soccorsi può rivelarsi un fattore determinante in questi casi. Soccorsi tempestivi arrivati anche grazie al piccolo Darky.


I cani salvano dagli incendi: Un piccolo cagnolino questa volta si è addirittura sacrificato. Abbaiando ha svegliato i suoi padroni, che così hanno potuto salvarsi da un incendio divampato nella loro cucina. Dopo poco, però, è morto, il cane è morto, ucciso dalle esalazioni. I proprietari (Saverio P., 24 anni, la sua compagna e il loro bambino di 3 anni), che stavano dormendo, non si sarebbero accorti di nulla e avrebbero rischiato di morire. Salvi grazie ai loro due cani (il pinscher Briciola e il chihuahua Pepe), che hanno cominciato ad abbaiare. Il pincher Briciola ha dato la vita per la propria famiglia umana…
Sempre un incendio, il cane abbaia e salva i padroni, l’incendio scoppiato nella veranda si sarebbe propagato velocemente in tutta la casa mettendoli in pericolo di vita. E invece due anziani coniugi, proprio grazie ai lamenti del cane, sono riusciti a salvarsi.


A New York anche il cantante Ozzy Osbourne e sua moglie sono stati salvati dal cane di famiglia, l'incendio nella loro abitazione di Beverly Hills li avrebbe uccizi, il cane, abbaiando, ha svegliato la coppia che dormiva. “I miei occhi stavano lacrimando, la gola mi bruciava e c'era uno strano odore - ricostruisce Sharon - Il cane ha iniziato ad abbaiare e così sono uscita dalla camera da letto e sono andata al piano di sotto e c'erano fiamme nella camera da pranzo, a causa della candela che era esplosa.
Andy abbaia e salva i padroni dall'incendio. E' merito di Andy se la casa non è andata a fuoco. Il bastardino si è messo ad abbaiare furiosamente quando un vecchio televisore ha preso fuoco in una stanza al piano terreno dell'abitazione dove vive la famiglia Tirelli, in località Spada di Castelnuovo.


I cani salvano i bambini: “I cani, l’abbiamo detto spesso, hanno un istinto fuori dal comune e talvolta, il loro intervento è davvero provvidenziale, come nel caso del piccolo Kyle Camp, un bambino down di 10 anni, che si era perso nel bosco e che è stato salvato da un’intera famiglia di cani. Il bambino, infatti, si era allontanato dalla sua casa di Hackleburg, Alabama, le ricerche non sono andate a buon fine, finchè è stato deciso di portare nel bosco la cagnolina di famiglia la mattina seguente. In poco tempo, infatti, è riuscita a fiutare l’odore dei suoi cuccioli e da brava mamma ha condotto le squadre di soccorso dritto dal bambino. I “fuggiaschi” si trovavano non molto distante dall’abitazione, in prossimità di un torrente. 

A Winkongo, una cittadina nella regione di Bolgatanga, nell’entroterra del Ghana un cane salva...  un neonato. Il cane “fuggito” senza motivo, è stato ritrovato raggomitolato sotto ad un ponte, accucciato, tutto intento a proteggere un neonato. Il bambino è stato portato in ospedale dove è stato curato per un infezione al cordone ombelicale, reciso in maniera errata. Probabilmente vittima di un abbandono, senza l’aiuto del cane, quel bambino non sarebbe sopravvissuto. 
Due cuccioli, un pastore tedesco e un labrador, hanno salvato da morte certa un neonato abbandonato in strada a Torino, sotto la Mole Antonelliana. A trovare il bambino sono stati i cani di due ragazze, Mariangela Mangiacasale, di 22 anni, e Anna Siciliano, di 23, che, come impazziti, hanno condotto le padrone dal bambino abbandonato. Una delle ragazze racconta: "Ho visto accanto al contenitore un grosso sacchetto nero, del tipo di quelli per rifiuti . Ho sentito un vagito. Dentro c' era un neonato".

Una cagnolina argentina di otto anni salva una neonata abbandonata dalla madre dopo il parto. La China, ha trovato in un campo vicino a una baraccopoli di Abasto, a 50 chilometri da Buenos Aires (IL VIDEO), un bebè esposto alle intemperie e senza indugi lo ha portato nella sua cuccia, assieme ai suoi piccoli, trascinandolo senza morderlo per molti chilometri. L’ha accudito, curato e difeso, insieme alla propria cucciolata, senza distinzione di “razza”, come fosse una madre adottiva.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]