Buona scuola, buon marito: assunta in ruolo Agnese Renzi

11 novembre 2015 ore 8:37, intelligo
Buona scuola, buon marito: assunta in ruolo Agnese Renzi
E' fra i 50 mila docenti precari che beneficeranno della "Buona Scuola". La moglie del premier Matteo Renzi, Agnese Landini, ha ricevuto dal ministero la proposta di assunzione e insegnerà Lettere e Latino nei licei della provincia di Firenze, dopo 9 anni vissuta da precaria.

«Era il massimo che mi potessi aspettare, sono molto contenta, come le tante colleghe e i tanti colleghi che hanno ricevuto la proposta» - ha spiegato la Landini sottolineando che l'assunzione è frutto esclusivamente della graduatoria: «Penso di poter dire che finisce il mio precariato, a me come a tantissime persone: c'è una graduatoria, senza possibilità di favoritismi». Lo scorso anno aveva insegnato Lettere e Latino al Liceo Balducci di Pontassieve (Firenze), mentre a settembre era stata in attesa, 10 ore, insieme alle altre precarie per conoscere le supplenze annuali. "Mi piacerebbe per una volta essere in classe il primo giorno di scuola, non l'ho mai fatto" - aveva confessato.

Buona scuola, buon marito: assunta in ruolo Agnese Renzi

Agnese ha ricevuto la email dal ministero appena uscita dallo stadio comunale di Firenze dove, insieme ai figli, aveva assistito alla messa di Papa Francesco. Cerimonia, che evidentemente, è stata di buon auspicio «Volevo che partecipassero a un evento storico. È stata una festa meravigliosa, con bambini, mamme, nonni, padri per una grande accoglienza. Il Papa è un esempio grandissimo per tutti noi».

“Oggi assumiamo altri 49mila insegnanti che andranno a potenziare l’offerta formativa delle nostre scuole, con più arte, più musica, più educazione alla cittadinanza, più lingue. - ha spiegato il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini - Stiamo invertendo la rotta rispetto ad un passato recente fatto di tagli di risorse e di docenti. Con il piano straordinario di assunzioni stiamo restituendo alla scuola ciò che le è stato tolto. Entro il 2018, con il piano straordinario di assunzioni e poi attraverso il concorso e con la copertura a regime dei posti vacanti e disponibili, avremo assunto complessivamente oltre 180.000 persone”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]