Nel 2016 il morbillo fa ancora strage: il 75% delle morti nei Paesi a rischio

11 novembre 2016 ore 11:50, Andrea Barcariol
Ogni giorno circa 400 piccoli muoiono a causa del morbillo. Un dato agghiacciante che emerge dal rapporto stilato congiuntamente da Oms, Cdc, Unicef e Gavi. Nel mondo, dal 2000 al 2015, si è registrato un decremento del 79% delle morti per morbillo, spiegano le organizzazioni, ma sono ancora centinaia i decessi tra bambini al giorno per questa patologia che, con le vaccinazioni, è invece prevenibile. A livello globale i progressi non sono stati omogenei. Nel 2015, circa 20 milioni di bambini non sono stati vaccinati contro il morbillo e circa 134.000 sono i bambini morti a causa della malattia. Il 75% delle morti avvengono in Repubblica Democratica del Congo, Etiopia, India, Indonesia, Nigeria e Pakistan. In questi Paesi vive la metà di tutti i bambini non vaccinati contro il morbillo. “Continuare a fare progressi nella lotta contro il morbillo non è una missione impossibile - ha dichiarato Robin Nandy, Responsabile Unicef per le Vaccinazioni - Abbiamo gli strumenti e le conoscenze per farlo; ciò che ci manca è la volontà politica di raggiungere ogni singolo bambino, ovunque esso sia. Se non ci sarà un impegno concreto, i bambini continueranno a morire per una malattia prevenibile con soluzioni semplici e a basso costo".

Nel 2016 il morbillo fa ancora strage: il 75% delle morti nei Paesi a rischio
Gli esperti evidenziano pure un'altra criticità: estesi focolai nel 2015 in Germania e Mongolia hanno riguardato anche gli anziani, ciò indica la necessità di vaccinare gli adolescenti non protetti e che possono diventare veicolo del virus. Il rapporto, spiega Rebecca Martin dei Centers for disease control and prevention (Cdc), «mostra che l'obiettivo dell'eliminazione regionale del morbillo non è stato realizzato perché non tutti i bambini sono stati raggiunti. Esistono dei 'gap' e noi dobbiamo eliminare tali differenze».
In Italia la copertura del morbillo con vaccini è attorno al 90% (ci sono comunque aree con valori variabili dal 71,5% al 96,7%).



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]