Orrore in Francia, bimbo rapito dal padre e segregato per 3 anni

11 ottobre 2015, intelligo
Orrore in Francia, bimbo rapito dal padre e segregato per 3 anni
Lo hanno trovato in condizioni terribili. Un bambino di 8 anni, rapito quando ne aveva 5 dal padre, è stato liberato dalla polizia francese. A tenerlo in ostaggio in una casa "insalubre e arredata sommariamente" è stato un 37enne tunisino che lo teneva nascosto  per sottrarlo alla madre ed ora è in stato di arresto (rischia fino a 30 anni di carcere).

Una storia tragica che arriva da Mulhouse, nella Francia orientale, a poca distanza dal confine con la Svizzera. Il piccolo è stato sequestrato nel 2012, dopo il divorzio. Il bambino era stato affidato alla madre, ma l'uomo non aveva nessuna intenzione di lasciarglielo perché, secondo lui, la donna non era in grado di educarlo. Così ha pensato bene di rapirlo e portato con sé, impedendogli di avere contatti con altre persone e negandogli anche l'istruzione scolastica.

Dopo tre anni di ricerche, la polizia è riuscita a rintracciare l'uomo grazie alla geolocalizzazione del suo smartphone. Il bambino è stato trovato in condizioni igieniche "deplorevoli, con punture di pulci su tutto il corpo e pidocchi nei capelli". Fortunatamente non ha subito violenze fisiche da parte del padre, ma è stato sempre stato privato di qualsiasi forma di istruzione non avendo mai nemmeno frequentato la scuola.

red
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]