Calizzano, bus studenti vietati ai migranti: Apartheid? "No, troppe liti"

11 ottobre 2016 ore 11:30, Americo Mascarucci
C'è già chi ha parlato di apartheid e di segregazione razziale per la vicenda di Calizzano in provincia di Savona dove è stato deciso di istituire dei bus solo per i migranti in modo che non debbano viaggiare insieme agli studenti.
La decisione del sindaco Pierangelo Olivieri è stata motivata con l’intenzione di evitare liti e screzi fra i quaranta profughi ospiti dell’albergo Lux e i cittadini. 
"Abbiamo ottenuto l’impegno da parte della Cooperativa a sensibilizzare i loro ospiti affinché evitino, se non necessario, di utilizzare le due corriere delle 6,30 e 6,45, indirizzandosi verso i pullman successivi – ha detto il primo cittadino al ‘Secolo XIX’ – così come la cooperativa sposterà in altri orari eventuali iniziative che costringano gli ospiti di Calizzano a servirsi di quelle corriere già congestionate".
Ma le dichiarazioni di Olivieri vengono pesantemente contestate dalla cooperativa "Il Faggio", per voce del suo presidente, Danilo Pisano: "Non posso credere che il sindaco di Calizzano si sia permesso di mettere in bocca al Faggio simili dichiarazioni. Dubito che il primo cittadino possa nemmeno lontanamente dichiarare che la nostra coop sia d’accordo con una simile ipotesi, degna del peggiore stato di apartheid". 
Su Olivieri sono piovute accuse di razzismo che il sindaco ha respinto al mittente affermando di avere fornito, negli ultimi due anni, tutta l’accoglienza necessaria ai profughi.

Calizzano, bus studenti vietati ai migranti: Apartheid? 'No, troppe liti'
Tutto ha avuto origine da una rissa tra migranti, con tre feriti, venerdì all'albergo Lux di Calizzano, dove la cooperativa Il Faggio ne ospita 40. 
Il sindaco quale responsabile dell’ordine pubblico del suo paese, ha convocato un vertice: 
"Una situazione insostenibile. Calizzano ha dato piena disponibilità all'accoglienza, tollerando finora un numero di migranti esagerato rispetto la popolazione. Abbiamo lavorato per l’integrazione, accolto i migranti nella Polisportiva che ha anche vinto un premio per un video contro il razzismo. Ma ora basta. La situazione rischia di sfuggire di mano. Purtroppo ci sono già stati altri episodi". 
 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]