Marcia degli Scalzi "come gli immigrati": da Palermo a Milano la camminata solidale

11 settembre 2015, Micaela Del Monte
Marcia degli Scalzi 'come gli immigrati': da Palermo a Milano la camminata solidale
Chiedere attenzione per un'accoglienza degna, umana, un sistema unico di asilo in Europa e per la certezza dei corridoi umanitari.

È questo lo scopo della "Marcia degli Scalzi" che partirà domani da Venezia, con in testa Alessandro Gassmann e Andrea Segre, probabilmente Marco Bellocchio e Ascanio Celestini. Marcia che abbraccerà, in un unico percorso umanitario, altre importanti città italiane. A Roma Valerio Mastandrea, tra i primi firmatari, guiderà la marcia che partirà alle 17 da via Cupa diretto alla Stazione Termini.

 La "marcia degli Uomini scalzi" a Milano si svolgerà dalle 21 dalla Stazione di Porta Genova fino alla Darsena. A Firenze, invece, partirà alle 18 da piazza S. Maria Novella per raggiungere piazza San Giovanni a piedi scalzi "come chi ha perso - si spiega in una nota del comitato "Basta morti nel Mediterraneo" - le scarpe nella traversata in mare o le ha consumate in una lunga marcia in fuga dalla guerra".

A Pisa l'appuntamento è alle 18 in piazza Garibaldi; a Livorno il corteo partirà sempre alle 18 da piazza Repubblica; a Prato presidio-flash mob con speaker's corner dalle 18 alle 20 nella piazza del Comune; a Carrara appuntamento alle 16.45 in piazza Matteotti, a seguire corteo fino a piazza d'Armi dove ci sarà un dibattito con Gad Lerner (una delegazione sarà presente a Venezia); a Lucca, nell'auditorium di piazza San Romano, dibattito organizzato da Comune e Cgil alle 16 mentre alle 18.30 corteo in città con partenza da piazzale Verdi; ad Arezzo il corteo si muoverà alle 18 da piazza San Jacopo e proseguirà fino alla Casa delle Culture in piazza Fanfani; a Grosseto alle 16.30 ritrovo alla Fondazione Il Sole in viale Uranio. 

Domani quindi migliaia di persone cammineranno per i diritti dei profughi e dei migranti e tra loro saranno presenti oltre millecinquecento artisti e personalità del mondo della cultura, dai registi Ettore Scola e Marco Bellocchio agli attori Elio Germano, Valerio Mastrandrea, Toni Servillo e Jasmine Trinca, allo scrittore Roberto Saviano, ma tra i firmatari ci sono anche don Vinicio Albanesi, Lucia Annunziata e Fiorella Mannoia. Hanno apposto la propria sigla anche 300 associazioni come Amnesty International, Medici senza Frontiere, Acli e Arci oltre che parlamentari e sindacalisti. 

La camminata di domani è sostenuta anche dal presidente della Camera Laura Boldrini: "Dobbiamo prendere atto che c’è un’Italia che c’è ma non si vede, che vuole dire la propria e vuole incoraggiare chi deve prendere le decisioni a prenderle in una certa direzione".

Questo l'elenco completo delle città che aderiscono alla marcia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]