Il Cav. a Bari ci rifarà domani: piazza contro e trattative pro

12 aprile 2013 ore 17:23, intelligo
Il Cav. a Bari ci rifarà domani: piazza contro e trattative pro
A Bari Berlusconi dirà a Bersani che deve rassegnarsi alla legge dei numeri e che i due 30 per cento (di Pdl e Pd) sono inevitabilmente costretti a incontrarsi se si aspira ad essere forze di governo, visto che Grillo si è messo fuori dal gioco. Messaggio: è l’ora della responsabilità. E da lunedì si comincia a giocare sul serio.
Intanto proseguono le grandi manovre delle diplomazie incrociate. Il gran cerimoniere Gianni Letta continua la mediazione a distanza con il Pd e con D’Alema (tornato o forse sempre rimasto nel suo ruolo di regista). Lavoro preparatorio, in vista del nuovo incontro tra Berlusconi e Bersani, forse mercoledì. Non ci sono veti sui nomi dei ‘papabili’ per il Colle (tranne quelli apertamente ostili), ma si preferisce chi viene da un percorso politico-parlamentare, anche se va tenuto in considerazione il veto della Lega su Giuliano Amato e quello di Renzi su Franco Marini che nel Pdl, tuttavia, non vengono considerati invalicabili. Fin qui lo stato dell’arte, ma il Cav. non molla l’opzione del voto anticipato: analizza i sondaggi che – si dice nell’inner circle berlusconiano – assegnerebbero al centrodestra Piemonte e Friuli. Le due regioni che quarantaquattro giorni fa, hanno fatto di Bersani un leader che è arrivato primo ma non ha vinto.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]