Davigo a Renzi: “Poche sentenze? C’è la prescrizione”. Ma Anm parlò di riforma "deludente"

12 aprile 2016 ore 10:17, Adriano Scianca
Renzi dice che in Italia ci sono tante inchieste e poche sentenze? Certo, c’è la prescrizione”. Piercamillo Davigo, nuovo presidente dell’Associazione nazionale dei magistrati ed ex pm del pool di Mani pulite, risponde per le rime al premier, che aveva protestato per le troppe inchieste provenienti da certe procure e che poi, dopo aver ottenuto grande pubblicità, finiscono nel nulla. Ma Davigo ha idee precise su come debba funzionare la giustizia in Italia e su quali siano gli ambiti in cui intervenire: le pene sulla diffamazione a mezzo stampa, per esempio, “non sono sufficientemente dissuasive”. 

Davigo a Renzi: “Poche sentenze? C’è la prescrizione”. Ma Anm parlò di riforma 'deludente'
Quanto alle intercettazioni, “si può discutere dell’idea di obbligare al segreto anche dopo il deposito”. Il magistrato ritiene che abbia “ragione” il presidente del Consiglio quando, in tema di intercettazioni, dice che sarebbe meglio non leggere i pettegolezzi sui giornali ma “c’è un errore di fondo. Se davvero le intercettazioni non sono pertinenti c’è già il reato di diffamazione”. Tornando alla prescrizione, Davigo sottolinea che uno dei problemi è che “decorre anche dopo il primo grado. La prescrizione è indispensabile fino al processo. Ma, acquisite le prove, non si capisce perché deve continuare a decorrere”. Anche sulla lunghezza di processi Davigo ha la risposta: “I processi durano troppo? Perché sono troppi se fossero meno durerebbero meno”. 

Va detto, tuttavia, che Davigo se la prende con un governo che almeno ha provato a mettere mano al problema, anche se il ddl sulla riforma del processo penale è insabbiato da più di un anno in commissione al Senato. La riforma prevede di fatto un allungamento dei termini di estinzione del reato, che si interrompono per due anni dopo una condanna di primo grado e per un anno dopo una condanna in appello. Una riforma che però l'Anm giudicò "molto deludente", parlando di un intervento "disorganico" e "senza coerenza".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]