Pedopornografia, Polizia postale & Fbi fermano 12 italiani (e 1849 siti)

12 aprile 2016 ore 15:38, Luca Lippi

Era a capo di una fitta rete italiana di scambio di materiale pedopornografico un 21enne genoveseDodici persone, cittadini italiani residenti tra le provincie di Milano, Como, Torino, Padova, Verona, Brescia, Palermo, Piacenza, Campobasso e Cagliari, sono state denunciate. L'indagine si è svolta anche in base ad informazioni ottenute dall' FBI tramite l'Ambasciata Usa. Grazie a loro è stata individuata una casella di posta elettronica che faceva capo al giovane genovese, utilizzatore di un account che aveva chiamato 'cucciol@'. Nella sua abitazione è stato sequestrato un ingente quantitativo di supporti informatici nonché due account e-mail ed un profilo social utilizzati per le attività illecite.

Pedopornografia, Polizia postale & Fbi fermano 12 italiani (e 1849 siti)

Dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Liguria, al termine di una complessa operazione internazionale di contrasto alla pornografia minorile online coordinata del Servizio Centrale della Polizia delle Comunicazioni di Roma si è potuto raggiungere e arrestare il ventenne genovese che usava il computer intestato al padre. Il giovane era titolare di due indirizzi email e di un profilo social molto attivo in rete. La prima segnalazione di questo vasto giro di materiale pedopornografico fra internauti di ogni parte del mondo è partita mesi fa dai detective della Fbi tramite l'ambasciata degli Stati Uniti alla Polizia Postale e della Comunicazioni della Liguria.  Gli agenti sono riusciti a ricostruire la rete dei pedofili, l'età delle persone coinvolte va dai 20 ai 70 anni. Nelle case degli indagati sequestrato numeroso materiale pedopornografico, computer e smartphone, ora all'esame degli investigatori.Scoperte anche chat erotiche fra minori create dagli indagati sotto falso nome spacciandosi per coetanei.

In un anno sono stati oscurati 1.849 i siti pedopornografici, arrestate 79 persone solo in Italia, 574 sono state denunciate, ben 23.981 i siti monitorati dagli agenti della polizia del web. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]