Tg3. Che fine farà la Berlinguer con Renzi? Si spiffera che...

12 dicembre 2013 ore 11:03, intelligo
Tg3. Che fine farà la Berlinguer con Renzi? Si spiffera che...
di Americo Mascarucci.   Con la vittoria di Matteo Renzi alla segreteria del Partito democratico, che fine farà la direzione del Tg3? Quale destino attenderà il direttore Bianca Berlinguer soprannominata "la zarina" per il pugno di ferro che, si racconta, sia solita usare nei confronti della redazione? La figlia dell'ultimo grande leader del defunto Partito Comunista italiano, Enrico Berlinguer, scalò nel 2009 il vertice del Tg3 con la benedizione di Massimo d'Alema. Il telegiornale della terza rete è tradizionalmente di sinistra, legato all'area del vecchio Pci, e questa caratteristica risulta immodificabile secula seculorum. Bianca Berlinguer nel Tg3 si è fatta per vent’anni circa le ossa entrando nella squadra di Sandro Curzi, quando Rai3 ed il suo telegiornale erano definiti dalla Dc e dai socialisti sprezzantemente "Telekabul". Il meglio di sé Bianca lo ha offerto come conduttrice dell'edizione serale del telegiornale, quella delle 19, la più seguita, e dei principali programmi di approfondimento giornalistico curati dalla stessa redazione. Una passione quella per la conduzione che non l’ha abbandonata neanche quando è diventata direttore. Ha continuato a condurre l'edizione delle 19 fra i malumori dei colleghi, molti dei quali non hanno mancato di lamentare l'accentramento di più cariche in una sola persona. C'è già chi ha osservato che non sarà facile per Matteo Renzi piazzare sulla poltrona del Tg3 un direttore estraneo alla tradizione. Come già avvenuto in passato, ad esempio con Daniela Brancati, la redazione difficilmente accetterebbe un "corpo estraneo" alla cultura del Tg3, che non è propriamente la cultura in cui si è formato il neo segretario del Pd. E poi come potrebbe essere letta all'esterno un'ipotetica defenestrazione della figlia di Enrico Berlinguer dalla direzione del Tg storico della sinistra italiana? La soluzione potrebbe arrivare nelle prossime settimane se, come sembra, dal Pd potrebbe essere formalizzata ufficialmente alla Berlinguer quella proposta di candidatura per il Parlamento Europeo che è stata al momento soltanto ventilata come indiscrezione, ma che è tutto fuorché infondata. Un'esperienza non nuova per i giornalisti Rai, visto che la strada per l’Europa l'hanno già percorsa Michele Santoro, Lilli Gruber e Davide Sassoli. Ma a parte quest'ultimo, che ormai si è dato alla politica a tempo pieno, gli altri due alla prima occasione utile se la sono data a gambe per tornare in televisione. La Berlinguer è una che ad apparire in video ci tiene, eccome se ci tiene. Difficile vederla seduta su uno scranno o rinchiusa dentro una stanza a discutere del sesso degli angeli, della lunghezza delle carote, della conformazione da dare al coniglio doc o all’anguilla marinata. Quanto resisterebbe? Ma qualora la Berlinguer declinasse l'invito, non è poi detto che debba per forza lasciare il timone del Tg3 la cui direzione potrebbe essere rivendicata dall’ala sinistra del Pd. E Renzi potrebbe pure concedere un contentino agli avversari interni in attesa di mettere le mani sulla rete ammiraglia, Rai1, e sul filo governativo Tg1? In fondo Bianca è l'espressione della nomenclatura del Pd, la nomenclatura dalemiana che è stata travolta dal ciclone Matteo Renzi, ma che comunque dentro al Pd continuerà ad avere il suo spazio, seppur di monoranza. La Berlinguer è un osso duro e lo ha dimostrato soprattutto fronteggiando a testa alta gli assalti dei berlusconiani che l’hanno sempre accusata di faziosità per come ha condotto i dibattiti politici. Accuse che l’hanno lasciata del tutto indifferente al pari di quelle sedie vuote abbandonate dagli esponenti del centrodestra in segno di protesta per il suo modo partigiano di moderare i dibattiti. E c'è chi fra i corridoi di Viale Mazzini è pronto a scommettere che la direzione del Tg3 potrà liberarsi soltanto alle condizioni della “zarina”. Sarà lei insomma a farsi da parte dettando le regole. Sarà davvero così?
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]