Torino choc, medico si suicida dentro l'ospedale Maria Vittoria

12 dicembre 2015 ore 13:08, intelligo

Torino choc, medico si suicida dentro l'ospedale Maria Vittoria
Un suicidio ancora avvolto nel mistero che ha sconvolto Torino. Un, ieri mattina, ha deciso di togliersi all'interno dell'ospedale Maria Vittoria, nella piccola cappella del plesso ospedaliero.
Lo sparo è stato udito da alcuni dipendenti dell’ospedale che stavano attraversando il lungo cortile della struttura e si sono subito precipitati nella cappella trovando, l'uomo, 59 anni, direttore del centro trasfusione dell’ospedale, riverso a terra in una macchia di sangue con una pistola accanto. I dipendenti hanno cercato di prestare soccorso al  collega ma hanno subito capito che non c’era più nulla da fare, l'uomo infatti è morto sul colpo dopo essersi sparato alla testa. Ignoti i motivi dell'estremo gesto ma sembra che il medico abbia lasciato una lettera a un suo parente per spiegare i motivi dell’estremo gesto. Nessuno tra i camici bianchi ha voluto commentare l'episodio, quello che si sa con certezza è che il medico fosse apprezzato da tutti.

Ai social network un dipendente ha affidato il suo commento: «Dovranno farsi delle domande. Qualcuno deve chiedersi perché un medico sceglie di morire così. Proprio sul suo posto di lavoro». Il Maria Vittoria è al primo posto in Piemonte per numero di passaggi al pronto soccorso: poco meno di 85 mila nel 2014, e in corsa verso quota 90 mila quest’anno, ma ha appena 225 posti letto che diventano 272 con il day hospital.
Qualcuno tra i suoi colleghi punta l'attenzione sui tagli aziendali e sulle difficoltà di gestire un lavoro sempre più complesso e meno pagato, altri dicono di averlo visto "meno sereno" nell'ultimo periodo ma sono tutte ipotesi, in attesa che gli inquirenti rendano noto il contenuto della presunta lettera, anche se sono in molti a sottolineare la scelta simbolica del luogo dove suicidarsi. "Non è un caso che abbia scelto l'ospedale, avrebbe potuto farlo in qualsiasi altro luogo", è il coro ricorrente al Maria Vittoria, dove il malcontento è evidente. Della vicenda si stanno occupando i Carabinieri.

A.B.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]