Marò: l'Onu dei diritti umani? Se ne lava le mani

12 febbraio 2014 ore 10:47, Andrea De Angelis

Marò: l'Onu dei diritti umani? Se ne lava le mani
Martin Nesirsky, portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-monn, ha gelato le speranze dell'Italia di coinvolgere l'Onu sul caso marò al fine di ottenerne un importante, probabilmente decisivo sostegno.

"Si tratta di una questione bilaterale", ha dichiarato nel briefing con la stampa accreditata.

A chi gli chiedeva di commentare la notizia che il ministro degli Esteri italiano si era rivolto all'Alto Commissariato per i Diritti Umani, Nesirsky ha replicato: "Una iniziativa del ministro Bonino, che non cambia i termini della questione che resta bilaterale" .

Emma Bonino, recepito il messaggio, in un'audizione alla Camera ha ricordato che il governo italiano ha aperto un dialogo alle Nazioni Unite, ma, ha precisato, "non è così scontato avere delle solidarietà solide".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]