Immigrati, tutti contro Renzi... alleati e avversari. LE VOCI

12 febbraio 2015 ore 15:48, intelligo
Immigrati, tutti contro Renzi... alleati e avversari. LE VOCI
Emergenza immigrati. In mezzo a Mare Nostrum e Triton la politica si incarta e l’Europa sta a guardare. Triangolazioni polemiche tra Montecitorio e Bruxelles.
DE GIROLAMO ‘SVEGLIA’ RENZI. A Roma, la capogruppo di Area Popolare Nunzia De Girolamo chiama in causa direttamente il premier Renzi che “deve metterci la faccia” e assumere “una posizione forte nei confronti dell'Europa, senza che siano sempre e solo i ministri Alfano, Pinotti e Gentiloni ad essere messi alla gogna”. Invito esplicito nel giorno in cui Renzi è a Bruxelles per il vertice europeo. La De Girolamo gli ricorda che è suo compito “andare a Bruxelles e alzare la voce facendosi portavoce delle istanze del nostro Paese i cui confini vanno difesi. Non si può e non si deve permettere a nessuno in Europa, ma anche in Parlamento, di speculare sulla morte di tante persone e sulla vita di tanti italiani. Mi riferisco soprattutto a quelle forze politiche, troppo facili alla demagogia, che approfittano delle tragedie in mare per fare campagna elettorale e raccattare qualche voto”. Un’emergenza, quella degli immigrati, che viene prima della priorità sulle riforme costituzionali, è la chiosa dell’esponente di Area Popolare. Non proprio un messaggio al miele per il capo del governo. BORGHEZIO ‘LEGA’ FRONTEX. Chi spara a zero su Frontex è l’europarlamentare della Lega Mario Borghezio, critico sui “troppi finanziamenti” al programma europeo. Non a caso attacca: “La Commissione europea chiede adeguati finanziamenti per Frontex, ritenendo che 'un budget di soli 90 milioni di euro l'anno di certo non è all'altezza del compito di proteggere le frontiere comuni europee'. La portavoce Ue sa che soli pochi giorni fa è stato annunciato, al contrario, che per il 2015 Frontex costerà 114 milioni di euro, il 14% in più rispetto al 2014 e le donazioni dei paesi Schengen passano da 5,6 milioni a 7 milioni di euro, mentre calano quelle da Regno Unito e Irlanda, che passano da 900 mila a 820 mila euro?”. Numeri e cifre alla mano Borghezio incalza la portavoce Ue:“Sa che il 72% di questo budget sarà speso in attività di monitoraggio dei confini dell'Unione? Mi chiedo e chiedo: visti gli scarsi risultati finora raggiunti nel contenimento dell'immigrazione clandestina da parte di Frontex, come saranno fattivamente utilizzati questi ulteriori finanziamenti?”. FORZA ITALIA BOCCIA ‘TRITON’. Dalle file di Forza Italia, Maurizio Gasparri chiede al governo di dire “no a Mare Nostrum bis” e boccia la Mogherini che vorrebbe che si riproponesse una specie di Mare nostrum bis. E’ proprio all'operazione Mare Nostrum, proseguita in qualche misura sotto il nome di Triton, che si deve il numero di morti nel Mediterraneo”. AREA POPOLARE VS SALVINI. Ma nel botta e risposta politico, c’è anche chi come il parlamentare di Area Popolare, Nino Bosco, non esita a definire “vergognosa” l’azione della Lega Nord “che usa l’ennesima tragedia in mare per fare campagna elettorale, speculando sui morti. Inadeguato è l'europarlamentare Matteo Salvini che, pur sedendo sulla poltrona di deputato europeo, non ha mai alzato la voce per richiamare l'Europa alle proprie responsabilità”. Se il Viminale “risponde per la sua parte di competenza, come doveroso”, incalza Bosco, “anche il più accecato capirebbe che una questione così complessa riguarda il governo intero e che è necessario ed urgente porre la questione in sede europea. Provi a farlo anche Matteo Salvini, tra un giro di valzer e l'altro in tv”. LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]