Sanremo 2016, nuove proposte vecchi pasticci. Ma Conti vince con l'amarcord

12 febbraio 2016 ore 15:32, Lucia Bigozzi
La serata delle cover e del ritmo. Che in questo festival di Sanremo e tra le solite fazioni dei pro e contro, è il dato oggettivo difficile da contestare. Il Carlo Conti-style evidentemente sta facendo la differenza. E la differenza la dicono anche i numeri degli ascolti che di attestano a quota 10 milioni di spettatori per la terza serata della kemesse canora dedicata alle canzoni e agli artisti che hanno fatto la storia della musica italiana. Stasera, invece, la gara tona nel vivo, con i brani dei “Campioni” e quelli delle “Nuove Proposte”. A calcare il palcoscenico in qualità di ospiti saranno Enrico Brignano, Alessandro Gassmann, Rocco Papaleo, Elisa, Lost Frequencies e J Balvin. Poi la grande attesa per la proclamazione del vincitore della categoria “Nuove Proposte”. Tornando alla terza serata, non è mancato un colpo di scena, per così dire, “tecnologico”. Ne è stata vittima, suo malgrado la cantante Miele e l’inghippo tecnico si è verificato al momento del voto della sala stampa; tanto che è stato necessario ripetere la votazione. Finale a sorpresa perché il verdetto della sfida con Francesco Gabbani è stato capovolto e Miele che era risultata la vincitrice si è vista “alzare” il cartellino rosso dell’eliminazione. 

Sanremo 2016, nuove proposte vecchi pasticci. Ma Conti vince con l'amarcord
Stasera, come annunciato dallo stesso Carlo Conti, ricanterà il suo brano anche se la cantante ha chiesto la riammissione in gara. La serata dedicata alle cover, per definizione, è un passaggio del festival più rilassato: non c’è gara e forse la musica e le interpretazioni canore lasciano una traccia diversa, più profonda. Virginia Raffaele non si smentisce confermandosi una delle rivelazioni di questo festival: stavolta ha deciso di “massacrare” con la sua satira la stilista calabrense Donatella Versace, la quale l’ha presa con fair play e a stretto giro ha replicato con autoironia alla Raffaele in un post sul suo profilo Facebook: “Virginia vieni a farmi da controfigura? Sono sempre piena di appuntamenti, potresti aiutarmi! Ma dove erano i miei boys?”. L’amarcord è tutto dedicato ai 50 anni di carriera dei Pooh e la loro reunion con Riccardo Fogli. Da “Dammi solo un minuto” a “Pensiero” , a “Chi fermerà la musica”, sono stati alcuni dei brani cult sui quali il pubblico dell’Artison è andato completamente in delirio. Braccialetto Rainbow anche per loro, come del resto per molti altri artisti che li hanno preceduti nelle serata sanremesi e che hanno simbolicamente voluto manifestare il loro sostegno alla legge sulle unioni civili. Stasera si replica, a Sanremo. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]