Panico Zika. Ma come proteggersi dai virus? Parla il Dott. Manildo

12 febbraio 2016 ore 21:03, Orietta Giorgio

L’etimologia della parola "virus" (dalla forma latina virus, che significa "tossina" o "veleno") la dice lunga, il timore che i virus ci infettino ci lascia spesso inquieti e soprattutto impreparati. Ora, parlando di virus, il pensiero va inevitabilmente al “pericolo Zika”, i timori aumentano e le domande anche: come proteggersi? Come rafforzarsi contro i virus? Intelligonews ha chiesto consigli ad un esperto di Kinesiologia applicata, il dott. Ettore Manildo, autore, insieme al dott. Achille Carosi, del libro "Il corpo parla. Come capire e conoscere tutti i segnali che il corpo invia" (Leardini editore).  


Panico Zika. Ma come proteggersi dai virus? Parla il Dott. Manildo




Parliamo della nostra salute e dei virus, ora è il momento di Zika...

«Sì, ci risiamo! Sembra quasi che a scadenza periodica l'uomo debba essere minacciato da qualche forma virale in grado di minare la nostra salute. Questa volta è il virus Zika a terrorizzare l'intera popolazione mondiale. Negli ultimi giorni infatti è in crescente aumento il numero di persone affette da Zika, tutte persone provenienti da zone equatoriali , oppure turisti di ritorno da viaggi fatti in quelle zone. Sembra che il contagio avvenga per mezzo di punture di zanzare della specie " aedes", quindi le probabilità di contagio aumentano in prossimità di stagni che favoriscono la proliferazione delle larve. Nel 25 % dei casi la malattia è asintomatica ed è accompagnata da una lieve febbre con eruzioni cutanee che si diffondono su tutto il corpo e sembra che regredisca entro poche settimane. Spesso l'affezione da Zika si confonde con rosolia o morbillo ed è difficile da diagnosticare»


Come proteggersi dai virus (da Zika all'influenza)? 

«In qualità di Kinesiologo ritengo che sia i virus che i batteri trovano il loro humus nelle cattive condizioni del nostro intestino e quindi rifacendomi ad una frase di Pasteur " il terreno è tutto ", consiglio di rinforzare il nostro sistema immunitario».


Come potenziare il nostro sistema immunitario? 

«Evitando tutte quelle situazioni che ci rendono immunodepressi e quindi vulnerabili, il potenziamento del nostro sistema immunitario possiamo ottenerlo attraverso diversi sistemi: uno di questi è sicuramente quello di preservare e migliorare le condizioni del nostro intestino».


Perché è così importante curare l’intestino?    

«Perché all’interno del nostro intestino risiedono l'80 % dei linfociti T responsabili del nostro sistema immunitario. Le condizioni di quest’organo sono fondamentali per lo stato di benessere di tutto il nostro corpo. Quando ingeriamo cibi come dolci, formaggi, alcolici ecc. il nostro intestino va in disbiosi, cioè in disequilibrio, creando un’alterazione della flora batterica l'addome si gonfia e tutti gli organi vanno in tilt, si ha la tendenza alla ritenzione idrica e si accumula peso. Quando abbiamo l’intestino in disordine si possono avere anche problemi legati al nostro umore, non a caso si dice che l’intestino sia il nostro secondo cervello, mantenerlo in ottime condizioni ci offre la possibilità di avere meno ansia e problemi legati al tono dell'umore».


Come possiamo migliorare la condizione del nostro intestino? 

«Eliminando, per circa trenta giorni, gli alimenti che contengono lieviti, lattosio e soprattutto glutine. Inserendo, invece, nella nostra dieta legumi, frutta, verdura e cereali privi di glutine come mais, riso, grano saraceno e amaranto».


Altri consigli? 

«Un’altra risorsa per difenderci dai virus è l’utilizzo di fitocomplessi immunomodulanti come quelli a base di echinacea, jungla regia, astragalo e pompelmo. Consiglierei, inoltre, della sana attività fisica associata a ritmi di vita più consoni a migliorare lo stato di salute. E’importante equilibrare i nostri ritmi di vita quotidiani, cercando di allentare lo stress, anche il pensiero può creare una serie di danni al nostro corpo e soprattutto può sbilanciare il nostro asse ormonale ipofisi-ipotalamo-gonadico, che è quello che regola il nostro sistema ormonale e tutta la nostra qualità di vita. Le preoccupazioni non fanno altro che creare squilibri sulla nostra salute».


 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]