Volkswagen riparte da Tiguan GTE Active Concept per cancellare il Dieselgate

12 gennaio 2016 ore 8:53, Andrea De Angelis
L'obiettivo è quello di rilanciare il marchio dopo un 2015 da incubo. Il Dieselgate ovviamente non è un qualcosa che appartiene già a un lontano passato, anzi. Il rischio è che la polemica si trascini per anni, così l'azienda tedesca è chiamata a recuperare in termini di immagine, proponendo nuovi prodotti e puntando ovviamente sul rispetto dell'ambiente. Ora più che mai.

Riflettori puntati al Salone di Detroit sulla nuova Volkswagen Tiguan GTE Active Concept. Si tratta di un'evoluzione della nuova generazione del suv compatto, basata sulla piattaforma modulare MQB, che la Casa di Wolfsburg aveva svelato al Salone di Francoforte del 2015. Ora Volkswagen porta al North American International Auto Show di Detroit un'importante evoluzione di questo modello, la prima che propone la propulsione ibrida in questo ambito. Il Tiguan GTE Active Concept è un suv a basso impatto ambientale e arriva a pochi giorni dalla presentazione al CES di Las Vegas dalla proposta di minibus elettrico Budd-e, un evidente nuovo corso della Volkswagen per dimostrare la sua concreta attenzione ai temi ambientali. 
Volkswagen riparte da Tiguan GTE Active Concept per cancellare il Dieselgate
Come viene sottolineato dalla denominazione GTE, questa variante del Tiguan è strettamente imparentata con la Golf GTE, e prevede un motore benzina da 148 Cv e due unità elettriche per una potenza complessiva disponibile di 221 Cv. La potenza viene trasmessa all'avantreno tramite un cambio DSG a sei rapporti, mentre il retrotreno è mosso solo da uno dei motori elettrici, con gestione elettronica della trazione integrale. In modalità solo elettrica, il Tiguan GTE Active Concept può percorrere solo 36 km - un valore limitato - ma il sistema ibrido plug-in ha soprattutto la funzione di sostenere la sezione termica per garantire prestazioni brillanti (0-100 in 6,4 secondi in Sport Mode) e i livelli più bassi nei consumi ed nelle emissioni. L'autonomia complessiva dichiarata è di 935 km.

La sigla "Active" della Concept identifica la forte caratterizzazione offroad, confermata dalla presenza di accessori come i cerchi di lega da 16" con pneumatici da 245/70, l'assetto rialzato (225 mm), le protezioni aggiuntive sui paraurti, le piastre metalliche di protezione sottoscotta e le luci a Led installate sul tetto insieme alle nuove barre. Le modifiche ad assetto e paraurti hanno permesso di migliorare gli angoli d'attacco e di uscita, elementi fondamentali per esaltare la mobilità in off-road. 
Nell'abitacolo è presente il nuovo sistema d'infotainment con schermo da 9,2 pollici e comandi gestuali anticipato al Ces dalla e-Golf Touch, che lavora in combinazione con la strumentazione interamente digitale dell'Active Info Display e con l'head-up display.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]