Colonia, violenze choc su Bild: mani negli slip e baci imposti in 13 pagine della vergogna

12 gennaio 2016 ore 12:20, Americo Mascarucci
Furti, palpeggiamenti, mani infilate sotto le gonne, in mezzo alle camicie, nei pantaloni, tentativi di approccio, aggressioni. 
C’è di tutto e di più nel rapporto steso dalla Polizia sulle violenze compiute a Colonia la notte di Capodanno da parte di un nutrito numero di immigrati. 
Un rapporto composto di 13 pagine pubblicato dalla Bild online.
Il documento è stilato come un rapporto di Polizia, con tanto di orari e di misfatti compiuti, con descrizioni senza filtri ma riportate nella loro crudezza come una fotografia. 
Ad esempio:  "Ore 0:50, piazza del Duomo: più donne vittime. A tutte hanno cercato di infilare dita nella vagina, non riuscito grazie a collant. A tutte sono stati palpati seni e sedere. Una vittima è stata penetrata con un dito. Alle donne sono stati rubati soldi, documenti, iPhone e carte di credito".  "Ore 4:15, piazza della stazione: l'accusato ha palpeggiato più volte tra le gambe (il colpevole è stato arrestato)". "Ore 03:40, piazza del duomo: gruppo di 20 uomini nordafricani ha infilato mani nel pantalone davanti. In seguito rubato portafoglio. Furto: contanti e portafoglio". O ancora: "Ore 01:30, Breslauer Platz: infilata mano nel pantalone, palpeggiato il sedere. Messa mano nella borsa, rubato il telefonino e toccata dappertutto. Telefonino via".    
Descrizioni che gettano un’ombra inquietante ed inspiegabile al tempo stesso  circa il tweet con cui la polizia di Colonia il primo gennaio sembrava smentire le violenze compiute quasi lasciando intendere che non era accaduto nulla di ciò che si diceva. 
Colonia, violenze choc su Bild: mani negli slip e baci imposti in 13 pagine della vergogna
Eppure i rapporti parlano chiaro. 13 pagine dense di accuse, reati, atti osceni in luogo pubblico, violenze di ogni tipo contro donne di ogni età. "Ore 0:00: vittima infastidita da un gruppo di persone. Lei e la madre sono state palpeggiate, una persona ha cercato di baciarle mentre un complice rubava il portafoglio dalla borsa. Rubato il portafoglio con diverse carte di credito".     "Ore 0:30 vittima maschile e femminile: gruppo di 20 uomini nordafricani bloccavano le vittime e infilavano mani nei pantaloni. Alla fine rubavano il portafoglio”
Insomma un vero e proprio elenco delle vergogne compiute quella notte, un’atto d’accusa in piena regola contro gli immigrati che si sarebbero macchiati di misfatti tanto raccapricciabti. Usiamo il condizionale perché così impone lo stato di diritto fino a quando i reati non saranno accertati ma appare davvero difficile poter giustificare o trovare attenuanti a certi comportamenti per giunta da parte di chi è stato accolto e pretende pure il riconoscimento del diritto d'asilo. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]