Influenza low profile, l'Iss rassicura: "Bassa intensità e nessun virus dalla Cina"

12 gennaio 2016 ore 21:07, intelligo
Sarà una buona stagione, almeno sono il profilo dei virus influenzali. Il 2016 si apre con una "bassa intensità” di casi attesi e poche persone bloccate dalla febbre. La notizia arriva dal direttore del dipartimento Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Giovanni Rezza: "Non sorprende che questa, al contrario dello scorso anno si prospetti come un’annata a bassa intensità di casi influenzali: quest’anno, infatti, i virus influenzali non sono mutati e la popolazione presenta dunque una maggiore coperture; inoltre, le temperature sono meno fredde. Tutte condizioni che contribuiscono a ‘contenere’ il diffondersi dell’influenza”. A oggi, i casi totali registrati non hanno ancora superato il milione, ed anche se "potrebbe verificarsi una coda influenzale più lunga, non credo che il picco, atteso per febbraio, supererà i livelli dello scorso anno”. Nessun allarmismo per la variante del virus influenzale AH1N1 individuata in alcuni maiali in Cina, il virus EAH1N1 perché "il pericolo che contagi l’uomo facendo un salto di specie e renda possibile la sua trasmissione da uomo a uomo, è solo teorico e potenziale”. La nuova variante, infatti, chiarisce Rezza, "è ora rilevata solo negli animali e per questo ciò che è fondamentale è, al momento, il monitoraggio degli animali in Cina e delle persone che lavorano a diretto contatto con loro”.

Influenza low profile, l'Iss rassicura: 'Bassa intensità e nessun virus dalla Cina'
Mal di gola, naso chiuso, dolori muscolari, mal di testa, tosse, senso di affaticamente e riduzione dell'appetito sono questi i sintomi dell’influenza 2016 che spesso nei bambini coinvolgerà anche l’apparato gastrointestinale. Per questo è essenziale pulire e disinfettare le superfici con cui si entra in contatto sia a casa che negli ambienti esterni: spesso i germi si diffondono perché si tocca con le mani qualcosa di contaminato e poi ci si ritrova a strofinarsi gli occhi, il naso o la bocca. Per stimolare le difese del nostro corpo, inoltre, si deve dormire abbastanza, svolgere una regolare attività fisica e curare la dieta, bevendo acqua a sufficienza e seguendo un’alimentazione sana, ricca di frutta, come ad esempio gli agrumi, che abbondano di vitamina C.

A.B.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]