Mose, Orsoni torna libero e non si dimette da sindaco. Stoccata al Pd...

12 giugno 2014 ore 14:00, intelligo
Mose, Orsoni torna libero e non si dimette da sindaco. Stoccata al Pd...
Giorgio Orsoni non si dimetterà dall'incarico di sindaco di Venezia. Lo ha chiarito rispondendo a una domanda durante la conferenza stampa a Ca' Farsetti, sede del Comune, dopo la revoca degli arresti domiciliari decisa dai giudici.
Il sindaco, finito in carcere una settimana fa nell’ambito dell’inchiesta della procura veneziana sul Mose (35 arresti e un centinaio di indagati) ha poi aggiunto: “Credo che questo provvedimento di revoca di arresti domiciliari si commenti da solo, dopo una settimana e il chiarimento avvenuto lunedi con il pm. Devo dire che era un pezzo che chiedevo alla Procura di consentirmi di dare elementi di chiarezza sulle vicende. Ho chiarito, credo nel modo più inconfutabile, che nessun coinvolgimento mio diretto come prospettato dal provvedimento è mai avvenuto”. Davanti ai giornalisti ha poi spiegato: “Non ho mai sospettato che i fondi che gli erano arrivati a sostegno della mia campagna elettorale del 2010 fossero di provenienza illecita". A sostenerlo il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, in una conferenza stampa a Ca' Farsetti, sede del Comune. Orsoni, parlando dei 110mila euro che i secondo la procura costituiscono una parte dei fondi illeciti, ha spiegato di non aver “mai sospettato che le aziende che contribuivano se li fossero illecitamente procurati”. Quindi ha ribadito: “Non ho mai pensato che fossero men che leciti. Come le imprese che facevano capo al Consorzio Venezia Nuova si procurassero quei fondi non era una cosa che potevo sapere anche perché devo dirvi che ho saputo solo al termine della campagna elettorale chi aveva contribuito e chi non aveva contribuito”. Alla domanda sulla posizione del Pd che dopo il suo arresto ne ha sostanzialmente preso le distanze, Orsoni ha stigmatizzato l'atteggiamento del Nazareno. Orsoni, attraverso i suoi legali ha concordato con i pm titolari dell’inchiesta sul Mose, a un patteggiamento a quattro mesi. Sulla congruità del patteggiamento dovrà esprimersi il Gup. Orsoni è indagato per finanziamento illecito.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]