Migranti Tiburtina, Meloni (FdI) sui rischi: "Situazione fuori controllo. Razzisti i signori del caos"

12 giugno 2015, Lucia Bigozzi
Migranti Tiburtina, Meloni (FdI) sui rischi: 'Situazione fuori controllo. Razzisti i signori del caos'
Punta il dito contro il “buonismo alla Marino, alla Boldrini, alla Renzi che in nome della solidarietà, colpisce le fasce più deboli della popolazione”. Giorgia Meloni la sua città la conosce bene, compreso il piazzale a Tiburtina, trasformato in un accampamento a cielo aperto. Nella conversazione con Intelligonews, la leader di FdI si schiera al fianco del Comitato dei commercianti e al sindaco Marino dice…

Il portavoce del Comitato dei commercianti di Tiburtina lancia l’allarme sul rischio “guerra civile”. Siamo davvero a questo punto? Cosa risponde a chi sta denunciando in disagio?

«Dico che è una situazione completamente fuori controllo da parte di chi non vuole gestire il fenomeno migranti pensando che sia un modo per dare una solidarietà che nei fatti non c’è e che, invece, colpisce le fasce più deboli della popolazione perchè non si trovano soluzioni efficaci sia per i migranti che per i cittadini che vivono e lavorano nel quartiere. Questo è il risultato del buonismo alla Marino, alla Boldrini, alla Renzi e di tutti quelli che pensano che si debba accogliere tutti a prescindere non capendo che così stanno solamente creando situazione drammatiche tra le fasce deboli della popolazione che lo Stato, invece, dovrebbe difendere. Noi lo andiamo dicendo ormai da molto tempo e ci accusano di essere razzisti, ma la verità è che razzisti sono coloro che creano il caos provocando l’esasperazione tra i cittadini»

Il comitato dei commercianti sta pensando a manifestazioni di protesta se la situazione non verrà risolta. Cosa si sente di dire a queste persone, lei che la realtà romana la conosce bene?

«Dico loro che fanno bene a far sentire la loro voce, ovviamente con gli strumenti democratici che lo consentono. Fanno bene e devono andare avanti perché obiettivamente, le istituzioni ci sono per difendere i cittadini che pagano le tasse alle istituzioni e hanno diritto alla sicurezza; per difendere i commercianti che devono poter lavorare in maniera dignitosa. Fanno bene a far sentire la loro voce, forte e chiara, nei confronti di un’amministrazione comunale evidentemente in altre faccende affaccendata. Così non potranno più dire che sono i partiti a strumentalizzare».

Di fronte alle immagini del piazzale della stazione Tiburtina, cosa direbbe al sindaco Marino?

«Che deve andare a casa e consentire ai romani di tornare al voto. Dopodichè, se ritiene di aver operato bene, che si ripresentasse alle elezioni e facesse scegliere i romani…».
 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]