Gasparri (FI) a tutto campo: “Commissariamento parziale una presa per il c... Migranti? Intervento militare”

12 giugno 2015, Andrea Barcariol
Gasparri (FI) a tutto campo: “Commissariamento parziale una presa per il c... Migranti? Intervento militare”
Non usa giri di parole Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, per definire l’ipotesi di commissariamento parziale del Comune di Roma per il Giubileo. Il senatore di Fi auspica anche l’impiego delle Forze Armate per affrontare l’emergenza migranti.

Mafia Capitale. Sembra prendere corpo l’ipotesi di un commissariamento della capitale per il Giubileo. Che soluzione sarebbe?


«E’ indispensabile commissariare tutto il Comune, la decisione di un commissariamento parziale è una pagliacciata. Basta leggere i giornali di oggi per vedere come Buzzi riuniva assessori, capigruppo della maggioranza di centrosinistra, in questa legislatura, per assumere decisioni. Marino non può dire li abbiamo cambiati, questo Consiglio Comunale è infiltrato, da sinistra  a destra, da questa organizzazione criminale. Molti sono stati eletti grazie ai soldi e all’influenza di Buzzi, se il Comune non viene sciolto bisognerebbe mandare in galera chi non lo scioglie».

Ieri sono state pubblicate intercettazioni riguardanti anche il capo staff della segreteria di Marino con Buzzi.


«Mi pare che sia evidente l’infiltrazione. Se il Comune non sarà sciolto bisognerà mandare in carcere il presidente del Consiglio e tutti i ministri che non lo scioglieranno perché siamo in una situazione di allarme rosso. Il mancato scioglimento per infiltrazione mafiosa configura omissioni che dovranno essere denunciate in Procura verso chi favorisce l’illegalità. Sono poteri che competono al governo».

Non crede che si stia usando la scusa del Giubileo per non sciogliere il Comune?

«E’ una scusa ipocrita per fare un intervento parziale e creare confusione».

Il prefetto Gabrielli come commissario è la figura adatta?


«E’ la figura adatta come ce ne sono altre, nel passato si è occupato di Protezione Civile ed altro e non c’è nessun sospetto sul suo operato. In questa fase da lui mi aspetto un colpo d’ala perché come Prefetto può dare una spinta molto importante per lo scioglimento del Comune. Il commissariamento parziale è una stronzata, una presa per il culo, uso termini forti perché veramente non se ne può più. Praticamente significa: il Comune è inaffidabile però lo lasciamo in piedi».

Emergenza profughi a Roma e Milano. Abbiamo parlato ora con Fabrizio Montanini, responsabile di un comitato di cittadini della zona Tiburtina. Ci ha detto che ormai la zona è “a rischio guerra civile”. Come si deve intervenire?

«C’è una situazione di guerra interna, di invasione, le istituzioni si sono rassegnate, servono le Forze Armate che devono allontanare, arrestare ed espellere dal Paese. Siamo in una situazione di emergenza, di allarme rosso».

Non c’è il rischio giustizia fai da te?

«No, occorre che intervenga il governo con le Forze Armate, non bastano più neanche le Forze dell’Ordine. Occorre ripulire le città con un intervento militare».

Lite tra Salvini e Rossi, il presidente della Regione Toscana ha definito il leader della Lega «un razzista etnico». Al di là delle ideologie come si affronta il problema?

«Noi abbiamo chiesto una riunione del Parlamento, nei giorni scorsi, che ci è stata negata, per discutere di questa emergenza e delle iniziative da adottare. Il Pd e il governo non hanno voluto questa riunione che noi ritenevamo indispensabile. Non mi interessano le liti di Salvini con gli altri mi preoccupa l’irresponsabilità del governo».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]