Il Royal Baby: un “made in GB” che neanche esisteva e già era celebrato

12 luglio 2013, intelligo
Il Royal Baby: un “made in GB” che neanche esisteva e già era celebrato
Così un avvenimento naturale come il parto diventa un evento di dimensioni bibliche.
Un “non nato” diventa celebre quanto la stessa Regina Elisabetta e un pancione diventa una star. 

A Kate iniziano le doglie e l'ingresso della clinica viene invasa da giornalisti, reporter e fotografi pronti ad immortalare l'arrivo del principe William e perché no dell'erede al trono d'Inghilterra.

 
Un delirio pre-parto che ha coinvolto tutti i tabloid inglesi. C'è chi crea un generatore automatico di nomi per il bebè, chi scommette sul sesso, chi sulla data di nascita e chi addirittura sull'orario. Anche la Bbc, di solito molto composta anche in questi casi, impazzisce e dedica interi servizi all'evento con titoli tipo “quale regalo faresti al piccolo principe o alla piccola principina?” “pensi che la duchessa di Cambridge possa essere una buona madre?”

E c'è chi con uno speciale ha ripercorso tutte le fasi della relazione tra William e Kate fino al matrimonio di due anni fa e alla gravidanza. Una trepidazione generale che ci ha reso partecipi di tutti i nove mesi di attesa di Kate, dalla “grande notizia”, passando per il ricovero per le troppe nausee e lamentele degli inglesi per gli abiti poco pre-maman indossati dalla duchessa, fino, appunto, all'inizio delle doglie e il conto alla rovescia per il parto. Il “Royal baby” non è ancora nato e già è un istituzione ed è già stato nominato da qualsiasi tv, radio o giornale del mondo. 

La sua immagine (che ancora non c'è) produrrà introiti fino a 60 milioni di sterline grazie alla produzione di merchandising a lui/lei dedicati. Orsacchiotti, tazze, piattini, penne. Tutto dedicato all'erede al trono e tutto rigorosamente azzurro se maschio, rosa se femmina.

Scatenati ormai da giorni gli allibratori che puntano soprattutto sul nome: Alexandra va per la maggiore (ma in lieve calo: dato a 4.5 è sceso a 2,5 nelle ultime ore), seguito da Charlotte, Elizabeth e Victoria

Mentre per i nomi in caso di maschietto la lista è molto più lunga. Nettamente favorevole anche l'ipotesi che sarà fiocco rosa invece che azzurro, anche se non c'è stato alcun annuncio ufficiale se non un piccolo lapsus della duchessa che sembra si sia lasciata scappare un “grazie per i regali a mia f...”. 

Insomma, è in arrivo un super bebè che oltre ad essere già considerato un'icona della moda (e non poteva essere diversamente visto che la madre è ritenuta in Inghilterra una fashion victim) ha già un merchandising tutto suo ed è riuscito a mobilitare praticamente tutto il mondo alloggiando comodamente nel pancione della duchessa di Cornovaglia. Se sia anche dotato di super poteri si vedrà (intanto ha quelli reali)... per ora non ci resta che controllare le quote dei bookmakers e attendere notizie direttamente da Buckingham Palace.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]