Dieta mediterranea quasi sconosciuta: salute degli italiani ko con junk food e obesità

12 luglio 2016 ore 12:57, Americo Mascarucci
La dieta mediterranea è in crisi perché le persone preferiscono sempre di più il junk food ovvero "cibo spazzatura". 
Lo hanno affermato una trentina di esperti riuniti la scorsa settimana a Milano, in occasione della prima Conferenza mondiale sulla dieta mediterranea, organizzata dalla International Foundation of Mediterranean Diet (Ifmed), associazione impegnata nella diffusione delle tradizioni alimentari del Mediterraneo, anche e soprattutto dal punto di vista dei benefici alla salute. 
In Spagna solo il 15% della popolazione segue questo regime alimentare in modo continuo. In Grecia il consumo di prodotti che si possono definire mediterranei è calato del 70% rispetto agli anni ’80. 
Una tendenza analoga si riscontra in Italia e Portogallo. I motivi del disinteresse sono la globalizzazione delle abitudini alimentari, indotta soprattutto dal turismo. 
Le conseguenze della crisi della dieta mediterranea sono scontate: l’aumento dell’obesità (soprattutto tra i giovani), delle malattie cardiovascolari, del diabete, dei disturbi intestinali e dei tumori. 

Per Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, si tratta di un "cambiamento preoccupante che segna il crollo del consumo di frutta e verdura e l'aumento di carne, salumi, uova, latticini grassi e zuccheri raffinati. Un duro colpo, che conferma che tutti quegli stili di vita che da decenni noi italiani abbiamo importato da oltreoceano, sono entrati prepotentemente nella quotidianità delle nostre famiglie a partire dalle diete di matrice nordeuropea e nordamericana".
Ma come arginare il fenomeno che è anche italiano?
Dieta mediterranea quasi sconosciuta: salute degli italiani ko con junk food e obesità
La causa del diffondersi del cibo spazzatura soprattutto fra i giovani sarebbe causato in primo luogo dalla mancanza di prevenzione e sensibilizzazione. Insomma, mancherebbe un'educazione alimentare efficace, tanto a livello di famiglia che di scuola ma mancherebbe anche a livello mediatico. Servirebbero dunque campagne mirate a combattere la cultura del cibo spazzatura mettendo in evidenza i rischi connessi alla salute delle persone e promuovendo una alimentazione sana. In una sola parola, promuovendo la dieta mediterranea.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]