Sfregio al fondatore di Twitter: hackerato il suo account come sfida

12 luglio 2016 ore 8:34, Lucia Bigozzi
Prima il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg, poi quello di Google Sundar Pichai: ora è la volta Jack Dorsey di Twitter. Gli hacker lo hanno colpito, violando il suo profilo sul noto social network. Stavolta la firma c’è: secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, il gruppo di hacker denominato OurMine, proprio quello che ha agito sugli altri profili, ha assaltato l'account di Dorsey su Twitter e lo ha tenuto “ostaggio” per alcune ore.  Gli hacker hanno poi postato il tweet “stiamo testando la vostra sicurezza” con allegato un video su Vine. C’è un altro particolare che porta a riflettere sulla strategia degli hacker: i messaggi pubblicati sul profilo Twitter di Jack Dorsey arriverebbero dal suo account Vine. In altre parole,  è probabile che il CEO di Twitter abbia la stessa  password di Vine anche su altri account e forse, secondo gli esperti, sarebbe proprio questa particolarità tra le opzioni su come ‘bucare’ l’account altrui. Non solo, ma si tratterebbe di una “strada” già battuta dagli hacker anche per altri account “vip”.  

L'attività è stata scoperta e rimossa ma il sito di tecnologia Engadget ha fatto in tempo a salvare una immagine di come appariva il profilo di Dorsey durante l'attacco. Notazione storica: da quell’account - @jack - nel 2006 è partito il primo tweet che ha fatto il giro del mondo. 
Resta il fatto che ultimamente, il fenomeno degli account violati è in crescita vertiginosa. Vip e non… 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]